domenica, Agosto 14, 2022

Earth hour, un’ora a luci spente per un futuro sostenibile

Ultime News

EARTH HOUR È L’EVENTO GLOBALE DEL WWF CHE MANDA UN MESSAGGIO PER LE PERSONE, IL CLIMA E LA NATURA. IL 26 MARZO, DALLE ORE 20.30 DI CIASCUN PAESE SCATTERÀ L’ORA DELLA TERRA. IL WWF INVITA TUTTI A SPEGNERE LE LUCI PER UN’ORA E UNIRSI PER IL FUTURO DELLE PERSONE E DEL PIANETA.

Earth Hour, l’Ora della Terra è l’iniziativa globale del WWF che invita le persone a mobilitarsi per un futuro più sicuro, giusto e sostenibile per tutti.

Anche quest’anno, il 26 marzo, alle ore 20,30 locali, in tutti i Paesi del mondo si spegneranno le luci.

Saranno migliaia le piazze, i monumenti e i luoghi simbolo che si spegneranno in tutto il pianeta seguendo i diversi fusi orari Sarà un gesto simbolico per chiamare all’azione nei confronti dell’emergenza climatica e della perdita di natura.

Dalla prima edizione del 2007, che ha coinvolto la sola città di Sidney, la grande ola di buio si è propagata in ogni angolo del Pianeta. Luci spente in piazze, strade e monumenti simbolo come il Colosseo, il Cristo Redentore di Rio, la Torre Eiffel, il Ponte sul Bosforo e tanti altri luoghi.   

Earth Hour è, dunque, un evento senza frontiere, che unisce le persone sulla Terra per vincere la sfida climatica. In un momento in cui i conflitti diventano una minaccia per il futuro di tutti, una grande azione globale è un messaggio di pace e solidarietà.

Solo insieme possiamo far sentire la nostra voce e chiedere un futuro più sicuro, giusto e sostenibile per tutti.

La XIV edizione dell’Ora della Terra

Earth Hour, arrivata alla sua quattordicesima edizione, unisce milioni di persone da tutto il mondo in un’unica voce per proteggere il clima e la natura.

Oggi, nel difficile momento storico in cui viviamo, l’iniziativa acquista ancora maggior forza. L’intento è quello di lanciare un messaggio globale per costruire un futuro di armonia fra gli uomini e con la natura.

Infatti, l’anno appena passato è stato allarmante per il clima: gli eventi estremi e le anomalie si sono moltiplicate, giungendo a nuovi record.

Basti ricordare quello registrato in Canada in estate, con quasi 50°C in alcune località della British Columbia. L’ONU ha anche confermato che nel 2020 si sono raggiunti i 38°C in Siberia. La crisi climatica è adesso e sta causando impatti diffusi e sempre più forti.

Il rapporto dell’IPPC

Le due prime parti del rapporto dell’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change) sono un punto di riferimento scientifico per il monitoraggio degli effetti del cambiamento climatico nel mondo.

Il rapporto conferma l’allarme rosso per il clima e l’urgenza di abbattere le emissioni di gas serra per evitare sconvolgimenti e impatti sempre più violenti.

Se le temperature dovessero andare oltre 1,5 °C rispetto ai livelli preindustriali, metà della popolazione mondiale potrebbe essere esposta a condizioni climatiche pericolose.

Ciò a causa dell’aumento vertiginoso di caldo e umidità. Il 14% di tutte le specie terrestri, inoltre, affronterà un rischio molto elevato di estinzione legato al cambiamento climatico.

Rimane poco tempo per agire

La finestra per le nostre azioni di mitigazione e adattamento alla crisi climatica si sta rapidamente stringendo, questo è il decennio cruciale per agire.

I piccoli passi in avanti fatti dalla COP26 non sono paragonabili all’accelerazione delle azioni necessarie per limitare il riscaldamento globale a 1,5 °C.

In gioco c’è il benessere delle persone e delle comunità. Il rischio è quello di non riuscire a evitare le conseguenze più catastrofiche e ingestibili della crisi climatica minando le basi del vivere sociale.

Le iniziative di quest’anno per l’Ora della Terra

Milioni di persone in tutto il mondo, dal Pacifico alle coste atlantiche, il 26 marzo, alle 20,30, spengono le luci per un’ora.

In Italia, sono circa quaranta i comuni che ad oggi hanno confermato la loro adesione a Earth Hour 2022.

Insieme allo spegnimento di monumenti, palazzi, piazze, strade, ci saranno altre attività di rilancio dell’evento online. 

La rete dei volontari WWF e le Oasi WWF prenderanno parte con iniziative locali. Numerosi e sempre più coinvolti saranno i testimonial e gli influencer.

Essi parteciperanno attivamente all’evento di spegnimento e al Climate Wall, uno schermo che mostra gli effetti della crisi climatica e permette alle persone di unirsi in tempo reale alla mobilitazione per il loro futuro sul Pianeta.

Rinnovano la loro adesione ad Earth Hour anche le atlete e gli atleti della nazionale italiana di rugby, impegnati nel Sei Nazioni a Roma.

Nell’intervallo dell’incontro Italia-Scozia, di sabato 12 marzo scorso all’Olimpico, è stato proiettato il video che le squadre hanno registrato per mandare il loro messaggio per le persone, il clima e la natura.

L’Ora della Terra, inoltre, ha già ricevuto l’adesione del ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile. Ha ricevuto pure i patrocini della presidenza del Consiglio dei ministri, della Camera dei deputati e del Comune di Roma.

Anche per questa edizione di Earth Hour, Il WWF ha ricevuto la medaglia che il Capo dello Stato ha voluto destinare, quale suo premio di rappresentanza, all’evento internazionale.

L’Ora della Terra a Roma Capitale

Roma Capitale ha aderito all’iniziativa. Le luci del Colosseo, delle facciate dei palazzi del Senato, della Camera, della presidenza del Consiglio e della Presidenza della Repubblica si spegneranno alle 20,30.

Anche le luci del Colonnato di San Pietro nella Città del Vaticano si spegneranno per dare un forte segnale di partecipazione. Il WWF sarà presente con i propri attivisti e soci allo spegnimento delle luci di Castel Sant’Angelo alle ore 20.30 e alla conseguente riaccensione alle 21.30.

Prima dello spegnimento di Castel Sant’Angelo, il WWF Roma e Area Metropolitana ha organizzato una passeggiata lungo il fiume Tevere.

In tutta la penisola, dunque, saranno oltre 160 le iniziative che coinvolgeranno monumenti e luoghi simbolo con l’obiettivo di assicurare un futuro più sostenibile.

Per questo motivo, Raniero Maggini, presidente del WWF Roma e Area Metropolitana, ha inteso ringraziare tutte le Amministrazioni che «hanno aderito ad Earth Hour, sia per le iniziative previste, sia per l’entusiasmo con il quale hanno dato riscontro all’invito del WWF. Un’adesione che leggiamo non solo come simbolica, ma come una vera e propria dichiarazione d’impegno a dare continuità alle misure volte alla sostenibilità già adottate oppure ad avviare nuovi percorsi. Nei prossimi mesi sarà lieta l’occasione di un incontro per confrontarci su nuove sfide e progetti, guardando all’edizione di EH 2023 come primo traguardo di questo comune cammino. Ringraziamo anche i tanti attivisti e amici del Panda che nella Città Metropolitana di Roma Capitale come nel resto d’Italia aiutano la piena riuscita di questo straordinario evento che spegne le luci e accende la consapevolezza in tutto il Pianeta».

Il Climate Wall

Il Climate Wall non è una immagine qualunque. I pixel che la compongono, infatti, sono i selfie di tutti coloro che in tempo reale vorranno metterci la faccia e fare sentire la propria voce per un futuro di benessere per le persone e per il Pianeta.

Scaricando la app Climate Wall su IOS e Android ognuno potrà inviare il proprio selfie ed entrare a far parte della community di persone che chiedono un cambiamento reale.

Su Eart Hour 2022 si potrà rivedere la propria immagine ed entrare a far parte della big picture di WWF.

Gli appuntamenti del 2022 per Natura e Clima 

Dal 25 aprile all’8 maggio, i leader mondiali parteciperanno alla conferenza delle Nazioni Unite per la natura e la biodiversità.

La natura è uno dei nostri più forti alleati contro la crisi climatica. Ci permette di attenuarne gli impatti e di accompagnare l’azione per ridurre drasticamente, e azzerare entro la metà del secolo, le emissioni di CO2.

A fine anno, si terrà la COP27 sul Clima in Egitto, che dovrà impegnare i singoli Paesi (NDC) a limitare il riscaldamento globale a 1,5°C.

Qualsiasi ulteriore aumento delle temperature potrebbe significare danni irreversibili al nostro Pianeta e un serio rischio per la vita umana.

Earth Hour è un appello dalla Terra per la Terra, una chiamata all’azione perché ognuno, spegnendo la luce per un’ora, si unisca agli altri in una voce comune.

Solo uniti ce la potremo fare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili