Avvocato Ezio Bonanni: tutela legale gratuita

Avvocato Ezio Bonanni: è sinonimo in Italia della lotta contro l’amianto. La terribile fibra killer che ha provocato, fin ora, la morte di decine di migliaia di esseri umani, e centinaia di migliaia nel mondo. 

L’Osservatorio Nazionale Amianto e l’Avvocato Bonanni

L’ONA è l’Osservatorio Nazionale Amianto. La S.r.l. ONA Ricerca e Sviluppo è la società che studia termini e moralità per la bonifica dell’amianto e la cura delle patologie asbesto correlate. 

In più, sviluppa nuovi strumenti tecnico-normativi per la tutela dei diritti delle vittime dell’amianto. Le finalità dell’ONA – Osservatorio Nazionale Amianto, al pari di quelle della S.r.l. ONA Ricerca e Sviluppo, sono quelle della prevenzione.

L’Avvocato Ezio Bonanni e tutela delle vittime dell’amianto

Tutelare le vittime dell’amianto vuol dire, prima di tutto, evitare ogni forma di esposizione alla fibra killer. Questo vuol dire mappare e poi bonificare. Incapsulare, confinare e smaltire i materiali di amianto è, quindi, fondamentale per evitare le nuove esposizioni alla fibra killer.

Questo vuol dire non aggravare le esposizioni che si sono già verificate e circoscrivere il numero di coloro che sono a rischio. In alcuni casi, non è più possibile evitare l’esposizione, ma solo che se ne aggravino le conseguenze.

Quindi, si gioca una partita tutta nuova che è quella della prevenzione secondaria e terziaria.

In questo ambito, l’Avv. Ezio Bonanni gioca a tutto campo, ed ha allargato il fronte della lotta all’amianto. L’Osservatorio Nazionale Amianto, infatti, collabora con tutte le istituzioni e combatte contro tutti i cancerogeni.

La prevenzione primaria estesa a tutti i cancerogeni

Prevenire significa evitare l’esposizione a tutti i cancerogeni. Non solo l’amianto, ma anche il benzene, il radon, le radiazioni ionizzanti e non ionizzanti. Per questo motivo, l’ONA ha istituito l’ONA S.r.l., la società di ricerca e sviluppo che sta predisponendo nuovi protocolli di prevenzione e tutela.

Nella difesa della salute e della vita umana, gioca un ruolo importante di informazione. Pertanto, per il rischio amianto è stato istituito anche lo strumento di informazione, che è costituito da Il giornale sull’amianto“.

L’informazione, però, è fondamentale anche per quanto riguarda tutti gli altri cancerogeni ed in generale, gli altri rischi. Ecco le ragioni dell’istituzione de “Il giornale dell’ambiente”.

In questo giornale telematico e cartaceo, è possibile trovare tutte le informazioni che riguardano l’ambiente. Rischi e tutele, situazioni delicate e grande bellezza. Questo l’impegno della redazione de “Il giornale dell’ambiente”, che agisce con il notiziario amianto

L’Avvocato Ezio Bonanni è un avvocato iscritto nell’albo speciale dei difensori abilitati alla difesa nelle Magistrature Superiori. Per questo motivo, tutti coloro che hanno da segnalare una qualsiasi emergenza ambientale, possono rivolgersi a questo giornale. Così da ottenere riscontro e sostegno dall’Avv. Ezio Bonanni.

Le patologie asbesto correlate: l’emergenza ambientale

L’amianto colpisce e picchia duro anche con esposizione ambientale, che si aggiunge a quella professionale. Ecco perché occorre azzerare o, quantomeno, diminuire le fonti di esposizione oltre ai livelli.

Tra le varie patologie asbesto correlate, possiamo segnalare il mesotelioma

Il libro bianco delle morti di amianto in Italia

L’Avvocato Ezio Bonanni ha denunciato il rischio amianto in Italia con diverse pubblicazioni. Tra le sue opere ricordiamo:

L’allarme lanciato dall’Avvocato Ezio Bonanni non è peregrino, poiché, anche nel mondo, è in atto l’epidemia di patologie asbesto correlate, come denunciato dall’OMS:

L’OMS ha, comunque, sottostimato i dati che, comunque, appaiono spaventosi. Ci sono, infatti, stati che non raccolgono i dati sul numero delle malattie e dei decessi. Poi, la stima dell’OMS si limita alle sole tre patologie principali e solo a quelle professionali.

Inoltre, la raccomandazione di evitare l’amianto è uno strumento troppo blando, sostiene l’Avvocato Ezio Bonanni di fronte alla drammaticità del momento. Evidentemente, l’OMS è piegato agli interessi del profitto o agli equilibri politici.

Infatti, la Cina, uno dei maggiori utilizzatori di amianto, è anche lo stato che sovvenziona di più l’organizzazione. Per questi motivi, l’Avvocato Ezio Bonanni ha lanciato il terribile sospetto che tale organizzazione abbia perso quel carattere di terzietà, e che sia troppo blanda nei confronti di chi mette a repentaglio la salute dei cittadini.

Lo IARC e la conferma della cancerogenicità dell’amianto

Le tesi dell’Avvocato Ezio Bonanni sono state confermate anche dallo IARC, che nella sua ultima monografia, ha dimostrato la cancerogenicità dell’amianto.

Le vittime delle patologie asbesto correlate possono rivolgersi all’Avvocato Ezio Bonanni per la difesa dei loro diritti, primo fra tutti, il diritto alla salute.

I diritti delle vittime dell’amianto

Le vittime dell’amianto hanno diritto alle prestazioni da parte degli enti previdenziali. Innanzitutto, il prepensionamento, indennizzi e rendite INAIL. I dipendenti del settore pubblico vittime dell’amianto, hanno diritto al riconoscimento della causa di servizio e allo status  di vittima del dovere.

Avvocato Ezio Bonanni: importanza della prevenzione primaria

L’Avvocato Ezio Bonanni è un forte sostenitore della prevenzione primaria: solo evitando l’esposizione si può preservare la salute dei lavoratori.

Non esiste un limite di soglia sotto il quale l’amianto non è nocivo. Ogni qual volta c’è esposizione, c’è rischio di contrarre malattie asbesto correlate.

La pericolosità dell’amianto è la composizione delle sue fibre. Queste sono talmente piccole da non essere percepite. Ma, se inalate, rimangono nell’organismo e innescano un meccanismo infiammatorio, che può svilupparsi anche in cancro.

Le tutele previdenziali e risarcitorie, da sole, non bastano a sconfiggere il problema amianto. Di fronte alla malattia c’è sempre una sconfitta, nessuno restituirà mai la vita e la salute alle vittime.