sabato, Giugno 25, 2022

Al Parco Natura Viva di Bussolengo è iniziata la stagione dei fenicotteri rosa

Ultime News

È INIZIATA LA STAGIONE DELLE NASCITE DEI FENICOTTERI ROSA AL PARCO NATURA VIVA DI BUSSOLENGO. SONO NATI CON TRE GIORNI DI ANTICIPO SULL’APPUNTAMENTO DI PASQUA. DUE I PULCINI AD AVER MESSO IL BECCO FUORI DALL’UOVO. LE SCHIUSE QUASI GIORNALIERE DEGLI ALTRI CINQUANTUNO PICCOLI. SI PROTRARRANNO FINO ALLA FINE DELLA PRIMAVERA

Duecento fenicotteri e cinquantatré uova, si ripopola il Parco Natura Viva di Bussolengo, in provincia di Verona.

La conta ha raggiunto lecinquantatré uova e si tratta di numeri non ancora definitivi. Nel frattempo, la colonia di fenicotteri rosa si anima del vociare di un totale di duecento esemplari. Molti di essi sono coppie che si ritrovano ogni anno all’insegna della fedeltà.

«Dagli studi di raccolta dati degli scorsi anni – spiega Camillo Sandri, veterinario e direttore tecnico del Parco Natura Viva – è emerso che se una coppia di genitori perdesse l’uovo nei primi giorni di cova, sarebbe in grado di deporre nuovamente fino ad altre due volte».

Ci si può aspettare quindi ancora qualche ritardatario anche se quest’anno, il cambiamento climatico in corso sembra non aver influito negativamente sulla stagione delle nascite.

I fenicotteri rosa una specie “di casa nostra”

«L’assenza di piogge e il clima molto secco – prosegue Sandri – ha sì complicato la vita dei genitori che hanno dovuto modellare nidi di fango sufficientemente alti con un terreno argilloso molto duro. Ma l’assenza di piogge e forti scrosci d’acqua ne ha evitato l’allagamento, che avrebbe causato la perdita delle uova. In ogni caso, in un periodo così delicato, teniamo più basso del solito il livello dell’acqua del laghetto in cui vivono. Così evitiamo che possano esserci incidenti durante l’attraversamento dall’isola alla sponda esterna, dove tutti i piccoli della colonia vengono accompagnati dai genitori in una vera e propria “nursery”. Dalla quale, per i primi tempi, rientreranno sul nido solo per passare la notte», conclude il veterinario.

I fenicotteri rosa sono una specie “di casa nostra” che sta tornando nel Mediterraneo con popolazioni in crescita.

Tuttavia, non è esente dalla minaccia dell’uomo. Aereomobili che volano a basse quote, motoscafi, fili della corrente e inquinamento delle acque in cui si nutrono, la tengono sempre sull’orlo della sopravvivenza.

Il Parco Natura Viva di Bussolengo

È un moderno Parco Zoologico e centro di tutela per le specie minacciate, con un ruolo attivo nella conservazione della biodiversità.

Il Parco fu realizzato dall’architetto Alberto Avesani, che trasformò negli anni ’60 parte della propria azienda agricola in un’area faunistica, ospitando animali della fauna locale.

Dopo aver accolto temporaneamente gli animali di un circo, Avesani pensò di creare un parco aperto al pubblico per ospitare animali esotici e autoctoni.

Oggi, le funzioni istituzionali di un moderno giardino zoologico abbracciano la conservazione della biodiversità sotto molteplici aspetti, contribuendo a:

  • conservare la vita animale, vegetale e del suo ambiente naturale;
  • definire strategie che assicurino la sopravvivenza delle specie minacciate d’estinzione;
  • tutelare e gestire, in ambiente controllato, le specie a rischio;
  • ottimizzare la gestione degli animali all’interno del parco zoologico, focalizzando l’attenzione sul benessere animale;
  • aumentare la consapevolezza dell’importanza della biodiversità del nostro pianeta;
  • educare le nuove generazioni al rispetto dell’ambiente;
  • sensibilizzare il pubblico sulla necessità di salvaguardare il mondo naturale.
Fenicotteri rosa

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili