mercoledì, Agosto 17, 2022

Vacanze pet friendly? Si può

Ultime News

Secondo gli ultimi sondaggi della Doxa, oltre 60milioni di animali domestici vivono nelle case degli italiani; se vogliamo fare una media, è come se ognuno di noi ospitasse un pet, se preferite l’inglesismo, a casa propria.

Vacanze italiane in compagnia del proprio pet

Gli animali domestici sono ormai a tutti gli effetti membri del nucleo familiare, anche in vacanza

L’analisi dell’istituto specializzato in sondaggi d’opinione conferma che il 42% delle famiglie con un animale domestico porta con sé il proprio cane o gatto.

Il 5% del campione nazionale di famiglie intervistato, invece, ha risposto che non andrà via di casa per non lasciare il suo animale di compagnia in uno stallo o da parenti o da amici.

Mentre il 36% rinuncia alla vicinanza del proprio amico a quattro zampe pur di godersi le ferie. In questo caso, il 76% affida l’amico fedele a parenti o amici, solo il 9% del totale campione si affida a pensioni per animali.

Poco più del 20% delle famiglie, invece, si organizza in modo che almeno un parente rimanga a casa con il cane o il gatto.

Tralasciando i numeri della statistica redatta, questa mostra che nel nostro Paese gli animali domestici sono ormai a tutti gli effetti membri del nucleo familiare. Di conseguenza, si sceglie la vacanza in base alle loro esigenze: dove, quando e in quali strutture.

Purtroppo, però, il sintomo dell’abbandono è tutt’altro che sconfitto.

Per scoraggiare la gente a “incorrere in eventuali inconvenienti”, alcune compagnie per il trasporto e aziende di villeggiatura hanno creato “pacchetti vacanze” che comprendono la presenza del nostro cucciolone.

@Pizzardi Editore Fumetto promozionale per la campagna pet-friendly di Italo Treno

Per i mesi estivi, Ferrovie dello Stato e Italo hanno scelto di trasportare cani di tutte le taglie. I cani piccoli e i gatti possono viaggiare con Italo nei trasportini, gratis tutto l’anno; in agosto, grazie alla collaborazione di Pizzardi Editore, che pubblica l’album delle figurine Amici Cucciolotti, anche i cani dai 10 kg in su, possono viaggiare gratuitamente, rispettando le regole di bordo – guinzaglio e museruola al seguito – mentre negli altri mesi dell’anno trasportare i cani di grossa taglia costa 50 euro. Trenitalia offre passaggio gratuito, solo per agosto; per i cani che, invece, non entrano nel trasportino di dimensione 70x30x50 cm, bisognerà pagare 5 euro.

Tessera sanitaria e microchip, per i voli nazionali con Alitalia – la compagnia fornisce alcune linee guida – e passaporto rilasciato da un veterinario che riporti le vaccinazioni e lo stato di salute dell’animale e il codice identificativo del microchip, per le destinazioni nell’Unione Europea. I pesi che non superano i 10 Kg incluso quello del cane, gabbia e cibo, possono viaggiare in cabina; i cani di grossa taglia saranno, invece, ospitati nella stiva. Il costo del biglietto è di 40 euro per voli nazionali, 75 euro per quelli europei.

Vueling accetta a bordo cani e gatti, solo in cabina e se in un trasportino omologato non rigido delle dimensioni massime di 45x39x21 cm e 8 kg di peso, compreso l’animale. Costo 40 euro per i voli nazionali. Easyjet e Ryanair non trasportano animali.

Più vita semplice per i nostri amici pelosi che si vuole far viaggiare per nave. Infatti, a bordo gli animali possono usufruire di aree riservate dove andarli a visitare durante la navigazione, quelli nei trasportini possono stare in cabina con i padroni. Un ponte è dedicato ad area per i bisogni.

Quanto alle strutture ricettive, un sondaggio condotto da Travel Appeal, startup partecipata da H-Farm, sono oltre 120mila le strutture, presenti on line, tra alberghi e resort etc. che accettano gli amici a quattro zampe, pari al 75% del totale.

In Italia oltre 120mila strutture, presenti on line, tra alberghi e resort etc. accettano gli amici a quattro zampe

La regione più pet friendly d’Italia è la Liguria, seguono Friuli-Venezia Giulia, Piemonte e Toscana, dove in pratica metà delle strutture alberghiere ospitano gli animali da compagnia a seguito. Ultimo in graduatoria il Lazio dove le strutture ricettive pet friendly sono una su cinque. In crescita Puglia, Sardegna, Abruzzo e Sicilia.

Se si parte in vacanza in auto, è preferibile farlo nelle ore più fresche come l’alba o il tramonto, meglio se climatizzata, per proteggere l’animale dal caldo, magari con un tappetino refrigerante; tenere il pet nel trasportino, munito di traversine di materiale assorbente e che, comunque, gli consenta di alzarsi per cambiare posizione.

Abituare l’amico peloso, senza costringerlo, a stare nella gabbietta, nella quale per farlo entrare di sua volontà, inserire il suo gioco preferito oppure il suo cibo.

Una ricerca dell’International Air Transport Association (IATA), ha dimostrato che il quattrozampe è più contento se la sua gabbia ha uno spazio ridotto, perché fa prima ad assestarsi che non in una gabbia più grande, dove farà numerosi spostamenti e svilupperà livelli di cortisolo – l’ormone dello stress – maggiori.

Portate con voi dell’acqua fredda per dissetarli durante le soste e se il viaggio è lungo fermatevi nelle aree di sosta per fargli fare i bisogni. Se il vostro animale soffre di mal d’auto, prima di partire chiedete consiglio al vostro veterinario di fiducia. È preferibile non farli mangiare entro le quattro ore che precedono la partenza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili