venerdì, Maggio 27, 2022

Tulipani gratis per una Milano più green

Ultime News

Riempire Milano di fiori: l’obiettivo del progetto #IOAMOTERNO

Si chiama Tulipania World l’immenso campo di tulipani U-pick che ha fornito la materia prima per questa bellissima iniziativa. Bulbi gratuiti per chiunque ne faccia richiesta. Obiettivo: una città più bella e verde.

Tulipani U-pick: paghi solo quelli che raccogli

Con la presenza di Tulipania World. Terno d’Isola è diventata la città del tulipano. Il progetto #IOAMOTERNO della cittadina bergamasca, arrivato al suo terzo anno di vita, permette ai cittadini di ricevere bulbi gratis.

Le condizioni per i cittadini sono poche ma essenziali: piantare i germogli in un’area comunale vicino alla propria casa e curarli fino alla fioritura.

Dove vengono presi questi fiori? Al parco Tulipania World, un campo di prodotti u-pick. Il significato è “raccolti da sé”. Dotati di cestino e forbici messi a disposizione dall’organizzazione, i visitatori possono infatti raccogliere tutti i fiori che desiderano. L’ingresso è gratuito, si paga solo ciò che si raccoglie.

Non solo tulipani però: Tulipania World offre moltissime esperienze simili. In primavera coltiva anche iris e narcisi, in estate girasoli e in autunno zucche. Tutto a disposizione dei visitatori, che possono usufruirne nelle modalità sopra descritte.

«Ci piacerebbe far diventare la Lombardia un immenso giardino di tulipani italiani» dice la coordinatrice del campo di raccolta self-service Cecilia. «Siamo disponibili a ripetere l’operazione con tutti gli altri comuni lombardi che vorranno provare ad emulare questa proposta».

E il sogno di Cecilia si sta realizzando. Un nuovo campo di 25mila metri quadrati aprirà tra marzo e aprile. Grande il doppio del Duomo di Milano, promette già di essere un’attrazione irresistibile per chiunque voglia vivere un’esperienza diversa.

Una proposta divertente per abbellire la città

Quella del progetto #IOAMOTERNO è una proposta divertente e ricca di poesia. Da un campo sconfinato si sceglie ciò che più fa per sé e lo si usa per rendere la città più gradevole agli occhi di tutti.

In un mondo come quello attuale, in cui la politica del “tutto e subito” la fa da padrone, piantare i fiori è un atto rivoluzionario. E condividere del tempo di qualità con persone speciali alla ricerca dei fiori più adatti è divertente e alternativo.

Ci si improvvisa giardinieri ed ecco che l’esperienza è già un ricordo. Di un tempo sospeso in cui a regnare è la bellezza multicolore dei fiori e la lontananza dalla frenesia e dal caos cittadino.

Non solo tulipani: il bisogno di verde di Milano

Parlando della città ambrosiana, di colori ne vengono in mente tanti. L’oro della Madonnina, il giallo dei tram, le sfumature della settimana della moda. Grande assente, il verde.

Lo denuncia la Coldiretti nazionale: Milano è sotto la media italiana di verde urbano per cittadino. In un Paese dove questa proporzione raggiunge i 33,8 ,la City arriva ai 17,8.

Una pianta adulta cattura dall’aria tra i 100 e i 250 grammi di polveri sottili. Quando la loro presenza inizia a venir meno, questi fattori inquinanti vengono più facilmente a contatto con il nostro organismo. E provocano danni.

Lo smog quindi è un problema concreto per la città. Solo pochi giorni fa è stato raggiunto il quarto giorno consecutivo di superamento del limite di 50 microgrammi per metro cubo di particelle di diametro di 10µm. Blocco quindi al traffico e limitazioni ad agricoltura e riscaldamento.

Il progetto #IOAMOTERNO si va quindi a inscrivere in una serie di iniziative green per salvare il capoluogo. Perché basta veramente poco. A volte, anche solo un fiore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili