Terra compromessa

Seconda edizione del forum Ambita: tre giorni in Maremma per capire l’impatto del Cambiamento Climatico (Grosseto, 18-19-20 ottobre 2019)

Il fenomeno dei cambiamenti climatici non aveva mai interessato, da duemila anni a questa parte, tutto il Pianeta.
Ciò che sta accadendo ora è stato provato anche da studi pubblicati su Nature e Nature Geoscience: un team di ricercatori che  ha ricostruito l’andamento del clima negli ultimi millenni.
La descrizione dell’evoluzione del clima è stata possibile dall’analisi di alcune situazioni che esistono in natura. Come gli anelli degli alberi – nelle foreste dell’emisfero settentrionale, in Asia, Europa e Nord America – che hanno messo in evidenza le caratteristiche del clima anno dopo anno. Oppure come i ghiacciai del Circolo polare artico, quelli andini e dell’Himalaya. Da quegli studi è stato definito che l’aumento delle temperature non si era verificato in tutto il globo. Per gli scienziati, il riscaldamento climatico è iniziato dopo la Rivoluzione Industriale e quindi è l’effetto dell’industrializzazione causata dall’uomo. Il problema colpisce il 98% della Terra.

Il risultato? Questo aumento o crollo di temperature non si era mai verificato dappertutto nello stesso periodo e l’uomo è il maggior responsabile di questi cambiamenti.
Secondo un geologo americano, l’uomo è responsabile addirittura del 99,94% dei cambiamenti climatici.
Per questo, il Forum Ambita ha organizzato tre giorni di dibattiti tra chi si trova a vivere i primi effetti di questi cambiamenti e come gestirli nel prossimo futuro.

I primi due giorni del forum (18 e 19 ottobre) sono costituiti da approfondimenti tenuti da organizzazioni e centri di ricerca, come Nomisma, Green Building Council e ordini professionali.
Questi appuntamenti sono organizzati secondo linee guida per garantirne l’accessibilità anche a un pubblico più ampio e non solo per gli “addetti ai lavori”.

Le conferenze del 20 ottobre prossimo saranno di tipo diverso: ci saranno quattro sessioni, ognuna di circa un’ora, nelle quali interverranno quattro relatori, da campi differenti, per pochi minuti, al fine di lasciare tempo per la conversazione fra loro e la platea.

Gli obiettivi del Forum AMBITA edizione 2019 sono: organizzare degli incontri pubblici, senza filtri e collaborativi; presentare idee, proposte, analisi per il territorio della Maremma e il suo futuro.

I temi delle varie conferenze saranno:
il clima d’incertezza (le conoscenze conosciute e le sconoscenze sconosciute del cambio climatico); i processi decisionali (ossia come gestire il territorio nell’assenza di scenari adeguati).
Inoltre, si parlerà dei rischi, degli investimenti e dell’innovazione.
Una parte della conferenza sarà dedicata al futuro della Maremma e comprenderà previsioni, piani e progetti.
Si tratterà anche l’argomento dal punto di vista nazionale, cioè  lo scenario dell’Italia: criticità, strategie, soluzioni; e dal punto di vista internazionale: collaborazione globale, tecnologie, leadership.

Tra i relatori il rappresentante del Climate Change del Governo Britannico.

L’appuntamento è organizzato dall’associazione “Maremma delle Idee” con il patrocinio della Regione Toscana, il Comune di Grosseto, il Polo Universitario Grossetano, Greenaccord e Nomisma.

 

 

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.