lunedì, Agosto 15, 2022

Una stazione INGV per monitorare terremoti, a Stifone

Ultime News

UNA STAZIONE INGV, L’ISTITUTO NAZIONALE DI GEOFISICA E VULCANOLOGIA, PER IL MONITORAGGIO DELLE GENESI DEI TERREMOTI SARÀ INSTALLATA A STIFONE, NEL COMUNE DI NARNI. ESPERTI VULCANOLOGI STUDIERANNO LE RELAZIONI TRA FLUIDI E SISMICITÀ

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia installerà una stazione di monitoraggio geochimico, relativo ai terremoti, a Stifone, nel comune di Narni.

Lo annuncia l’amministrazione comunale, spiegando che l’iniziativa punta allo studio delle relazioni tra fluidi e sismicità, settore nel quale l’INGV lavora da decenni in Italia.

Il monitoraggio geochimico – è descritto in una nota – permetterà di acquisire in continuo una serie di parametri specifici per la comprensione dei processi naturali connessi alla genesi dei terremoti.

Sotto questo punto di vista, riferisce il Comune, l’area di Stifone entrerà a far parte di un ampio progetto di studio che prevede la messa in attività di stazioni geochimiche in aree sismiche dell’Italia centrale per realizzare una rete di monitoraggio a livello interregionale. (ANSA)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili