martedì, Luglio 23, 2024

River Cleaning, il progetto per salvare il Mediterraneo

Ultime News

FRA I PROGETTI DI HORIZON EUROPE, IL PIÙ GRANDE PROGRAMMA DI RICERCA E INNOVAZIONE ATTUATO DALLA COMMISSIONE EUROPEA, C’È RIVER CLEANING PLASTIC&OIL, IDEATO PER SALVARE IL MEDITERRANEO DALL’INQUINAMENTO PLASTICO 

Un Mediterraneo di plastica non è più ammissibile. Tra i progetti predisposti per salvarlo c’è “River Cleaning Plastic&Oil”, selezionato da Horizon Europe, il più grande programma di ricerca e innovazione transnazionale al mondo.

Attuato dalla Commissione Europea per il periodo 2021-2027, potrà contare su un finanziamento di oltre 280mila euro per i prossimi quattro anni. Il sistema River Cleaning è stato scelto nella categoria Innovation Actions, uno dei pilastri del programma Horizon Europe.

Sarà Mold S.r.l., azienda vicentina detentrice dei brevetti River Cleaning, a far parte del consorzio REMEDIES. Lavorerà assieme a ventidue partner provenienti dall’Italia e da altri dieci Paesi europei nel progetto per ridurre l’inquinamento delle acque convergenti nel bacino del Mediterraneo.

Horizon Europe ha una durata di sette anni e cercherà di ottenere risultati scientifici, tecnologici, economici e sociali dagli investimenti dell’UE in ricerca e innovazione.

Il progetto REMEDIES

Il progetto REMEDIES porterà River Cleaning in ambito internazionale. Le attività consisteranno nell’implementazione di una barriera con raccolta automatizzata a Tirana.

Seguiranno due studi di fattibilità e impatto per replicare la tecnologia installata nella capitale albanese anche in due fiumi del Marocco e della Spagna.

«Il finanziamento ricevuto dal programma europeo spiega Vanni Covolo, CEO di Mold S.r.l. -, ci permette di portare avanti nel migliore dei modi l’attività di ricerca e sviluppo per rendere la nostra tecnologia sempre più smart».

River Cleaning

River Cleaning è un progetto italiano attivo nella blue economy. È stato pensato per ridurre l’inquinamento degli oceani causato dai rifiuti plastici che, per l’80%, arriva nei mari attraverso i fiumi del mondo.

È un sistema di boe galleggianti che non danneggia la fauna. Si autoalimenta, richiede poca manutenzione, è operativo 365 giorni l’anno, 24 ore su 24 e intercetta il 90% dei rifiuti presenti nei corsi d’acqua. La nuova versione V4.22 può anche generare energia elettrica sfruttando la corrente del fiume e la rotazione delle boe.

Un progetto pluripremiato

Oltre al bando europeo, River Cleaning si è classificato secondo e ha vinto il premio speciale Labomar alla Treviso Creativity Week. Ha poi ricevuto la certificazione di sostenibilità Friend of the Sea. È stato l’unico progetto italiano a essere selezionato nella categoria sostenibilità all’IPEC 2022 (International Production Environmental Community).

È, inoltre, fra i trenta progetti finalisti del programma di Co-Innovation organizzato da VeniSIA, l’acceleratore con sede nella laguna di Venezia che ha valutato oltre 4mila startup. Ha partecipato inoltre a vari eventi come l’Ecofuturo Festival (Roma), Salone Nautico di Venezia ed Ecomondo (Rimini).

Infine, le sue boe colorate sono state portate a Milano in concomitanza con la Green Week 2022 per un test dimostrativo sul Naviglio Martesana.

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili