martedì, Settembre 27, 2022

Resurgis, i danni provocati dagli incendi in un video

Ultime News

Al Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli è stato presentato sulle note di “Eppure Soffia” il video “Resurgis”, di Creative Motion, sulle conseguenze degli incendi boschivi.

La scorsa estate, un devastante incendio è divampato nella pineta di Campomarino, in provincia di Campobasso. Questo ha sollevato ancora una volta il problema degli incendi boschivi in Italia e nel mondo.

Resurgis - Pineta incendiata
Quello che resta della pineta di Campomarino dopo l’incendio

Per far conoscere alle persone gli effetti nefasti che gli incendi producono, lo studio di produzione video Creative Motion ha realizzato a Pescara il video “Resurgis”, un dialogo di speranza tra l’uomo e la natura, un inno alla sua forza rigeneratrice e un appello alla coscienza collettiva, affinché il vento possa cambiare.

Resurgis, un video contro gli incendi

Resurgis affronta in modo delicato e poetico la questione degli incendi, frutto delle azioni dell’uomo, del cambiamento climatico e della mancanza di gestione attiva dei territori e delle foreste. Le immagini di Resurgis sono impreziosite dal celebre brano “Eppure soffia“. Qui interpretato dall’artista Alberto Bertoli, figlio del noto cantautore Pierangelo. Il lavoro ha ricevuto il patrocinio del WWF, del Ministero della Transizione Ecologica e dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Campomarino, luogo delle riprese. Il video sarà presentato alla serata d’apertura del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli. La manifestazione internazionale di cinema di impegno politico e sociale è collegata al circuito Human Rights Film Network, coordinato da Amnesty International.

Resurgis

Le dichiarazioni dei fondatori di Creative Motion

Creative Motion è uno studio di produzione video fondato da professionisti del settore tecnologico, video e artistico. Realizza progetti digitali innovativi e prodotti audiovisivi con un particolare focus sui temi dei “Diritti Umani”. Ha già prodotto documentari di interesse sociale e culturale ottenendo riconoscimenti internazionali. «La tematica ambientale degli incendi ci sta molto a cuore – dichiarano Francesco Toscani e Cristiana Lucia Grilli, fondatori dello studio e co-direttori del video -. Ogni anno, circa mezzo milione di ettari di aree naturali vengono bruciati nell’Unione Europea. All’Italia il triste primato. Il patrimonio boschivo nel nostro Paese viene distrutto dalla furia del fuoco e dalla furia criminale. Secondo European Forest Fire Information System della Commissione europea, dall’inizio dell’anno nel nostro Paese, sono andati in fumo oltre 158 mila ettari di boschi e foreste. Il titolo del video, Resurgis”, va in contrapposizione alla definizione dell’anno 2021 quale “annus horribilis” per gli incendi».

La speranza nel futuro delle nuove generazioni

La scelta di riprendere il brano di Pierangelo Bertoli, interpretato dal figlio Alberto è stata voluta dai realizzatori perché il messaggio del video richiama al passaggio generazionale. Un messaggio di speranza che guarda al futuro nelle nuove generazioni.

Resurgis - Germoglio
Un germoglio, nella pineta incediata. Un messaggio di speranza alle future generazioni

«L’arte, la cultura dell’inclusione e la creatività sono le colonne portanti della nostra mission aziendale. Con il Festival dei Diritti Umani di Napoli abbiamo un legame saldo e duraturo poiché ci accomunano gli stessi valori; tra noi e il direttore Maurizio Del Bufalo c’è un rapporto di profonda stima e fattiva collaborazione e lo ringraziamo per aver apprezzato anche stavolta il nostro lavoro».

“Eppure soffia”, Alberto Bertoli: l’uomo è artefice delle proprie disgrazie

«Sono molto contento che in questo progetto della Creative Motion – afferma Alberto Bertoli sia entrato a pieno titolo il brano “Eppure soffia” per evidenziare come l’uomo sia ancora artefice della propria disgrazia. Credo che sia un brano eterno, purtroppo, fino a quando l’interesse economico dell’uomo sarà superiore all’interesse per il proprio ambiente. Avere rispetto per il proprio ambiente significa curarsi delle persone che verranno dopo, dei nostri figli e dei figli che essi avranno. La sensibilità di Francesco e Cristiana si traduce nel bacio della piccola protagonista del video a una pianta bruciata da un incendio. La speranza rinasce dimenticandosi le colpe e ricordandosi che possiamo essere presenti e attivi verso il nostro mondo e che è l’unica cosa importante da fare, molto di più che una ricerca infruttuosa dei colpevoli».

Per collegarsi al Festival e accedere al video, clicca qui

Per collegarsi al sito di Creative Motion, clicca qui

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili