venerdì, Agosto 12, 2022

Pier Paolo Pasolini, precursore della sostenibilità

Ultime News

PIER PAOLO PASOLINI È STATO UN PRECURSORE NEL COMPRENDERE CHE CI FOSSE BISOGNO DI UN PERCORSO DI “SVILUPPO SOSTENIBILE”, CHE COINVOLGESSE NON L’INDIVIDUO, MA L’INTERO GENERE UMANO. A ROMA ARRIVA CONTESTECO 2022, IL CONTEST D’ARTE E DESIGN SOSTENIBILE CHE OMAGGIA L’INTELLETTUALE

L’omaggio a Pier Paolo Pasolini

Pasolini è stato un precursore nel comprendere che ci fosse bisogno di un percorso di “sviluppo sostenibile”, che coinvolgesse non l’individuo, ma l’intero genere umano.

«Credo nel progresso, non nello sviluppo» disse Pasolini in una intervista televisiva del 1973. Questa riflessione faceva parte di un lungo discorso de “Gli scritti corsari”, dove anticipava, senza saperlo, il concetto di sviluppo sostenibile come è inteso oggi.

Secondo il poeta, attore, regista, il progresso come potenziamento della condizione degli esseri umani e miglioramento continuo, si contrappone alla concezione di sviluppo inteso in termini meramente economici.

Pasolini constatava uno scarto tra gli interessi della politica e quelli della comunità. La politica aveva dimostrato di essere ben lontana dal farsi carico del bene comune e della società.

“Fai la differenza, c’è… Il Festival della Sostenibilità”

A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini, Contesteco 2022 rende omaggio all’artista che ha saputo utilizzare i linguaggi universali dell’Arte e al suo pensiero visionario.

Pier Paolo Pasolini -Locandina Contesteco 2022

Sotto l’egida di Fai la differenza, c’è… Il Festival della Sostenibilità”, lo storico contest d’arte e design sostenibile dedica allo scrittore il concept di questa stagione: “uno sguardo al futuro per risvegliare le coscienze”.

Quasi una “chiamata alle armi” per partecipare al cambiamento e raggiungere il benessere collettivo e individuale con equità e in modo sostenibile.

Ci viene oggi chiesto un passaggio essenziale: dall’educazione ambientale, orientata al puro contenuto ecologico, all’educazione allo sviluppo sostenibile, che considera l’ambiente in una accezione più ampia.

In essa vanno inclusi gli aspetti sociali, la difesa dei diritti umani e la dimensione trasformativa e inclusiva dell’educazione.

È, quindi, necessaria un’educazione allo sviluppo sostenibile, in cui le problematiche ambientali siano in stretta relazione con quelle sociali, economiche e culturali.

Il contest “+ eco del web”

“Fai la differenza, c’è …. Il Festival della Sostenibilità” anche per questa stagione rilancia il concorso online dedicato a creare una cultura della sostenibilità.

Artisti e appassionati possono, attraverso il web, proporre opere d’arte e di riciclo creativo. Saranno ammessi foto, corti, racconti e tutto ciò che nasce dall’uso dei diversi “linguaggi universali dell’arte”.

Soprattutto, vuole invitare gli artisti e gli appassionati d’arte a interpretare questo concept a lui dedicato.

Dalla sua convinzione profetica, parte, infatti, l’assunto per partecipare alla competizione di questa stagione: uno sguardo al futuro per risvegliare le coscienze; partecipare al cambiamento; raggiungere il benessere collettivo e individuale con equità e in modo sostenibile.

Da luglio a settembre, le opere scelte da una giuria qualificata saranno esposte nello spazio diffuso del Centro Commerciale Euroma 2 di Roma. Clicca qui per maggiori informazioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili