lunedì, Luglio 15, 2024

Pic & Nic a Trevi, arte, musica e merende tra gli olivi

Ultime News

DAL 29 APRILE AL 1° MAGGIO 2023, IN UMBRIA, LUNGO IL CAMMINO DI SAN FRANCESCO, SI SVOLGERÀ “PIC & NIC A TREVI. ARTE, MUSICA E MERENDE TRA GLI OLIVI”, L’EVENTO OLEOTURISTICO DI PRIMAVERA

L’Umbria è la regione che si estende tra argentei mare di ulivi, colline olivate, borghi medioevali e luoghi di culto e di cultura. Non mancano, tuttavia, gli eventi nel corso dell’anno, come “Pic&Nic. Arte, musica e merende tra gli ulivi”, che si svolgerà nel borgo medievale di Trevi.

La capitale dell’Olio extravergine di oliva, infatti, ospiterà la manifestazione dal 29 aprile al 1° maggio 2023. In occasione del suo quattordicesimo compleanno, il “Pic&Nic a Trevi” tornerà a svolgersi nel cuore del paesaggio “olivato” umbro.

Questo si affaccia sul borgo di Trevi, lungo il tracciato dell’acquedotto medievale, al centro della Fascia Olivata Assisi – Spoleto, uno dei Luoghi del Cuore FAI. Questo ritorno alle origini, darà ai partecipanti l’opportunità di immergersi nelle atmosfere rurali dell’Umbria più autentica.

Qui la coltivazione dell’olivo rappresenta un perfetto esempio di “paesaggio culturale vivente”, modellato dall’armoniosa interazione di natura e intervento dell’uomo.

“Pic & Nic a Trevi”, un evento che non tramonta

“Pic & Nic a Trevi” è un evento semplice che festeggia l’arrivo della primavera e la fioritura degli olivi. Questi danno vita a uno dei prodotti più rappresentativi della tradizione alimentare umbra: l’olio extravergine di oliva Dop Umbria

“Pic & Nic a Trevi” è la migliore occasione per chi vuole trascorrere un fine settimana all’aria aperta, all’insegna dell’arte, della musica e dei panorami. Qui si potranno ammirare le piccole piante di antichi ulivi, di varietà moraiolo, della Collina Olivata di Trevi, attraversata dall’acquedotto medievale.

L’opera di ingegneria idraulica, realizzata per sopperire alla cronica mancanza d’acqua del comune di Trevi, è rimasta ininterrottamente in funzione per sette secoli. E lungo i percorsi del Cammino di San Francesco, si potranno percorrere gli itinerari che conducono alla scoperta dei luoghi del grande santo umbro.

Le visite nella natura

Cuore dell’evento sarà l’immersione nella natura. Il Pic nic nella Collina Olivata consentirà di riscoprire i manufatti dell’uomo legati alla coltura dell’olivo, come le case “temporanee”, residenze provvisorie utilizzate dai contadini. Sono previste anche una fitta serie di iniziative che valorizzeranno il rapporto con l’ambiente paesaggistico e naturale dell’Umbria.

Tra queste:

  • i trekking tra gli olivi della Fascia Olivata da percorrere sia a piedi che in E-Bike, organizzati in collaborazione con FIAB Foligno You Mobility marketplace della mobilità sostenibile;
  • le visite guidate al “museo della collina” accompagnati dal sindaco di Trevi alla scoperta della Chiesa di Santa Caterina, del cimitero monumentale, del “Pinnocchio” e dell’acquedotto romano;
  • gli appuntamenti con Ira Archilei, erborista, naturopata e ricercatrice che guiderà passeggiate fino alla collina olivata e nel giardino di Villa Fabri proporrà laboratori per bambini facendo realizzare “teste di terra dove seminare prato”.

Gli aperitivi oleocentrici

Da segnalare gli aperitivi oleocentrici, un appuntamento di valorizzazione dell’olio e.v.o. di qualità a cura di alcuni chef del circuito “Evo Ambassador”. Questa è la rete di ristoranti ed enoteche umbri d’eccellenza.

Creata dalla Strada dell’olio e.v.o. Dop Umbria, abbineranno ai prodotti del territorio gli oli in degustazione. Non mancheranno i “Laboratori di Cucina” sulle erbe spontanee commestibili della collina olivata, tenuti dalla cuoca Sara Papazzoni.

Insegnerà come utilizzare i fiori e le erbe di campo in cucina. In particolare, insegnerà “a fare la pasta fatta in casa ricamata da fiori ed erbe di campo”.

Grazie alla collaborazione con il progetto “Amerino Tipico”, si potranno degustare i prodotti del territorio amerino: l’olio extravergine di oliva Rajo e la fava cottòra. Ma anche il Ciliegiolo di Amelia, il Tostolello e i salumi amerini presenti nel mercatino, nelle degustazioni e nell’aperitivo oleocentrico.

Gli eventi a Trevi

Durante i tre giorni dell’evento del Pic Nic, nel centro storico di Trevi, precisamente a Villa Fabri, si terranno eventi incentrati sulla tradizione olivicola. Ma anche vitivinicola e alimentare dell’Umbria, con le degustazioni guidate d’olio e.v.o. e di vini locali.

Si potrà visitare la Mostra Mercato dell’Olio, del Trebbiano Spoletino e dei prodotti della terra a km 0. Una visita guidata è stata prevista al Museo della Civiltà dell’Olivo, con focus sulle usanze e sulle pratiche secolari legate alla produzione dell’olio.

Ciò oltre a numerose iniziative volte alla conoscenza del patrimonio storico-artistico di Trevi, tra cui l’itinerario Sulle orme di Pietro Vannucci, detto “Il Perugino”. Questo condurrà i partecipanti alla scoperta delle testimonianze d’arte lasciate a Trevi dal Divin Pittore, in occasione del cinquecentenario della sua morte.

Le altre iniziative

Interessante il percorso guidato al Museo Archeologico, organizzato nel Complesso Museale di San Francesco, dove si ripercorreranno le tappe principali della storia di Trebiae. Questo era un municipio romano fondato lungo la Via Flaminia attraversata dal Clitunno.

Non mancheranno eventi pensati per i bambini, come i laboratori tra gli ulivi con Maria Luisa Morici. O le passeggiate con racconti e fiabe a cura di Loretta Bonamente e l’iniziativa “Una Cartolina da Trevi, laboratorio di stampa xilografica”. Ciò offrirà ai partecipanti la possibilità di realizzare, attraverso il metodo della stampa xilografica, delle cartoline particolari sul territorio di Trevi e della Fascia Olivata.

Pic & Nic a Trevi

Arte e musica

Ricco il programma musicale dei tre giorni, curato dall’Associazione Antifestival, che prevede concerti tra gli ulivi durante il pranzo picnic. Organizzati anche djset e concerti al tramonto dal panoramico Ninfeo della seicentesca Villa Fabri.

Al Centro per l’Arte Contemporanea “Palazzo Lucarini Contemporary” inoltre, sarà possibile visitare la doppia personale “ART 4 FUTURE”. La mostra mette a confronto l’estetica velatamente underground di Mario Consiglio. L’artista è capace di captare con ironia e disincanto gli umori e le dissonanze della società di oggi, con la toccante indagine di Laura Patacchia.

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili