venerdì, Agosto 19, 2022

Le farfalle del Purim

Ultime News

Milioni di farfalle variopinte hanno attraversato i cieli di Israele, durante la loro migrazione dalla Penisola Arabica verso l’Europa, durante la festa di Purim

Il volo delle farfalle

In marzonel 14° giorno del mese ebraico di Adar – in Israele si celebra la festa di Purim, in ricordo del miracolo che salvò gli ebrei dallo sterminio organizzato da Haman, primo ministro di Assuero re di Persia e di Media, narrato nel libro di Ester (quinto secolo a. e. v.).

La festa di Purim quest’anno è stata straordinaria, perché milioni di farfalle coloratissime svolazzanti hanno creato lo sfondo perfetto per le celebrazioni che si sono svolte in tutto il Paese.

Una Vanessa Cardui posata su un ramo. Nord di Israele. 21 marzo 2019. (David Cohen / Flash90)

La Vanessa cardui, o farfalla del cardo, è una farfalla europea dai bellissimi colori che ogni anno, con l’arrivo dell’autunno, si sposta dal Nord Europa verso l’Africa.

Con l’arrivo della Primavera inverte la rotta. Dalla Penisola Arabica si dirige verso Cipro e quindi in direzione del resto d’Europa, «nella più grande migrazione osservata in Israele negli ultimi anni», ha spiegato Dubi Binyamini, dell’associazione di Butterfly Lovers in Israele.

«Sappiamo quante farfalle passano in un metro ogni minuto. Moltiplicalo per il loro tempo di volo, che è di almeno sei ore (dalle 8 alle 14, a volte anche fino alle 4 del pomeriggio), moltiplicalo per la larghezza del frontale. Ciò equivale ad almeno 100milioni di farfalle e nelle aree più dense è di oltre 1miliardo di farfalle al giorno».

Queste enormi quantità di farfalle che arrivano da Est, dal Kuwait o dalla Penisola Arabica, fanno tappa in Israele, scendono per un pernottamento e si alimentano bevendo il nettare dei fiori nei campi.

La mattina dopo riprendono il volo verso la costa e poi verso nord, verso Cipro e l’Europa, ha descritto Dubi Binyamini. «Ho ricevuto segnalazioni da Be’eri, dal Negev settentrionale fino al Golan, un vero fronte in tutto Israele, un fronte di almeno 200 chilometri e, quindi, è semplice fare i conti», ha spiegato.

Secondo quanto riferito, la “farfalla dipinta” può essere trovata in tutti i continenti tranne il Sud America e l’Antartide. Caratterizzata dalle ali color arancio-marrone con macchie bianche e nere, è facile da individuare.

«Ci teniamo pronti come tradizione per le celebrazioni di Purim dell’anno prossimo» ha concluso Dubi Binyamini, «nella speranza che le farfalle atterreranno di nuovo in tempo per le vacanze. Immagina solo quante belle foto».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili