venerdì, Luglio 19, 2024

Lasciare la città, per migliorare la qualità della vita

Ultime News

LASCIARE LA CITTÀ OGGI SI PUÒ. IL SOLE, LA LUNA, IL VENTO, LE NUVOLE, LA PIOGGIA, LE STAGIONI, TORNERANNO AD ESSERE CENTRALI NELLA NOSTRA VITA QUOTIDIANA. E LA NOSTRA NUOVA CASA SI ISPIRERÀ A QUESTI. LASCIARE LA CITTÀ SI DEVE, SE VOGLIAMO MIGLIORARE LA QUALITÀ DELL’ARIA E DELL’AMBIENTE COMPLESSIVO DI ESSA

Lasciare la città oggi si può. Lasciare la città si deve, se volessimo migliorare la qualità dell’aria e dell’ambiente complessivo di essa.

I sistemi di comunicazione lo permettono: auto, moto, cicli, monopattini, internet, web.

Scegliere di vivere fuori città ci porterà a vivere anche la provincia, i territori, i comuni, i borghi, i villaggi, le case sparse esistenti su tutto il territorio italiano. O, in alternativa, costruirsi una nuova casa in campagna con nuovi modi di idearla, crearla e costruirla, integrata nell’ambiente.

Il sole, la luna, il vento, le nuvole, la pioggia, le stagioni, torneranno ad essere centrali nella nostra vita quotidiana e la nostra nuova casa si ispirerà ad essi.

Come sarà la nostra nuova casa in campagna

I muri saranno lineari e liberi di modellarsi, incrociarsi tra loro, gli spazi interni saranno morbidi, avvolgenti, come vestiti. Avrete finestre che si aprono su giardini di campagna che regalano fiori diversi tutto l’anno. Spazi ampi illuminati dalla luce naturale del sole tutti giorni. Di notte la luce della luna piena illuminerà il vostro soggiorno orientato a mezzogiorno.

Il sole del mattino entrerà dalle alte porte/finestre rivolte a levante e segnerà il ritmo del vostro orologio interiore.

La musica si diffonderà negli spazi dedicati al soggiorno. Nello scorrere del tempo, i raggi del sole si muoveranno lenti sulle pareti come meridiane, scandendo il tempo dolce del pomeriggio al tramonto.

La cucina si affaccerà sulla campagna e sull’orto dietro casa. Il cibo, con i prodotti freschi sarà migliore perché profumato dalle erbe officinali appena raccolte.

Nel giardino che attornia la casa avrete alberi da frutto, uno per ogni stagione, che profumeranno l’aria che entrerà nella vostra casa. Sentirete profumo di fiori d’arancio in inverno, di pesco in primavera, di fichi d’estate e d’uva in autunno.

La pioggia vi farà sentire il profumo della terra bagnata. Il sole favorirà il vento di Favonio d’estate. Le erbe spontanee con i loro fiori multicromatici coloreranno l’intorno della vostra casa con punti color malva, rosso papavero, bianco/giallo delle margherite.

Il vostro cane e il vostro gatto saranno liberi da guinzagli e sapranno scegliere i luoghi al sole o all’ombra dove sdraiarsi, rotolarsi, correre.

Il tempo sembrerà diverso

Il tempo vi sembrerà altro seguendo il ritmo dell’alba, del mezzogiorno, del pomeriggio, dell’aurora e della notte che non vi apparirà buia ma illuminata da milioni di stelle.

E inizierete a riconoscere le costellazioni: Cassiopea a Oriente, Sagittario a mezzogiorno, Pegaso a Occidente, la Stella Polare a tramontana e il Triangolo d’estate allo zenith.

Tutto vi sembrerà diverso. Anche la vostra casa vi sembrerà diversa. Scoprirete d’aver tempo per leggere e scrivere libri, ascoltare e comporre musica, disegnare e dipingere il vostro paesaggio interiore o esteriore.

La vostra nuova casa inserita totalmente nell’ambiente della vostra campagna vi stimolerà l’immaginazione, il pensiero, il viaggio mentale necessario e utile per vivere il terzo millennio.

© Domenico Tangaro

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili