giovedì, Luglio 18, 2024

La transizione ecologica investe i set cinematografici

Ultime News

DALLA SECONDA EDIZIONE DEL “CINEMATOGRAPHER’S BRUNCH”, L’EVENTO CHE HA FATTO CONOSCERE GLI ULTIMI PRODOTTI TECNOLOGICI CINEMATOGRAFICI, È EMERSO CHE CINEMA E FOTOGRAFIA INTENDONO DARE IL LORO CONTRIBUTO ALLA TRANSIZIONE ECOLOGICA

Il cinema e l’arte della fotografia intendono dare il loro contributo alla transizione ecologica. È emerso nella seconda edizione del Cinematographer’s Brunch, organizzato dal direttore della fotografia Davide Manca, in collaborazione con la rivista Fabrique du Cinéma e Bladerunner.

L’evento ha riunito alcuni tra i più noti direttori della fotografia italiani per discutere sull’evoluzione, le tecnologie, le nuove attrezzature in campo fotografico. Ma, soprattutto, è stata posta l’attenzione su un tema oggi molto dibattuto: la possibilità che la transizione ecologica investa anche i set cinematografici.

Infatti, il Cinematographer’s Brunch ha dimostrato come il cinema italiano sia sempre più attento all’ambiente e alla sostenibilità. Ciò non solo attraverso la produzione di film che trattano temi ecologici, ma anche con la diffusione di buone pratiche. Tra queste, l’uso di tecnologie innovative che rispettano l’ambiente.

Soluzioni sostenibili per il cinema

Il Cinematographer’s Brunch rappresenta un’importante opportunità per la comunità dei direttori della fotografia italiani e i Filmaker. È, infatti, l’occasione per scambiare conoscenze, esperienze e opinioni sulla loro professione e per esplorare soluzioni sostenibili nell’industria cinematografica.

In questa seconda edizione, i partecipanti, tra degustazioni di vini della cantina Contini 1898 e assaggi degli chef di Flavorossi, hanno condiviso le loro esperienze. Hanno, inoltre, provato le attrezzature di ultima generazione e discusso le alternative in continua evoluzione nella post-produzione.

Il Brunch ha fornito l’opportunità unica di testare, insieme ai partner ufficiali Sony Italia, Teradek e Litepanels, gli ultimi prodotti tecnologici cinematografici. Per l’occasione, il partner tecnico Trans Audio Video di Marco Brighel ha esposto e messo a disposizione gli ultimi modelli. È stato anche uno dei protagonisti del dibattito, insieme alla direttrice della fotografia Maura Morales.

Cinematographer’s Brunch e transizione ecologica

L’attrice Giorgia Fiori e l’istrionico Andrea Venditti, collegati in diretta su Radio Kaos, hanno intervistato vari ospiti, tra cui la green manager Florencia Santucho. Il responsabile di Sony Italia Benito Mari ha mostrato il nuovo ciclo produttivo green.

I produttori di PMR Studio, Massimo Caratelli, Adriano Covello e Giorgia Antidormi, sono stati i promotori di una produzione che aspira ad essere totalmente green. Particolarmente significativo l’intervento di Martina Cestrilli di Frame by Frame, azienda di post produzione.

Questa ha proposto un nuovo punto di vista sin dal suo quartier generale a Cola di Rienzo, rendendolo un edificio con pareti green e orto urbano sul tetto. Oltre alle maestranze, all’evento hanno partecipato numerosi volti noti tra attori, registi e musicisti.

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili