domenica, Novembre 27, 2022

Guardia Costiera, la tua sicurezza in mare

Ultime News

PREVENIRE GLI INCIDENTI IN MARE, AVVERSARE L’ILLEGALITÀ IN ACQUA E SULLE COSTE, INFORMARE I BAGNANTI E DIPORTISTI SULL’IMPIEGO OTTIMALE DEL BENE MARE.

La stagione estiva 2021 è iniziata, nonostante l’emergenza sanitaria a causa del Covid-19 in corso. Pertanto, la macchina della sicurezza in mare è già attiva. La competenza della sicurezza in mare nel nostro Paese è del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili. Questo, attraverso il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, ha tra i propri ambiti la salvaguardia della vita umana in mare.

Operazione “Mare Sicuro”

“Mare Sicuro”, la campagna della Guardia Costiera per la sicurezza del diporto e della navigazione è giunta al trentunesimo anno di attività.

Lo scopo principale dell’operazione è di prevenire gli incidenti in mare e avversare l’illegalità in mare e sulle coste.

Inoltre, il personale della Guardia Costiera contribuisce a informare bagnanti e ai diportisti sull’impiego ottimale del bene mare, in tutte le sue forme.

Senza dimenticare l’attività di tutela dell’ecosistema marino. 

L’impegno della Guardia Costiera

Guardia Costiera - mezzo navale

Oltre che sugli 8mila km di coste marittime, presidi della Guardia Costiera operano anche sul Lago di Garda e sul Lago Maggiore. Nell’estate 2020 l’attività del Corpo ha visto impegnati 3mila uomini e donne.

Per l’assistenza e il controllo di uomini e mezzi la Guardia Costiera ha impegnato 300 imbarcazioni e 15 velivoli.

Le cifre, confrontate con quelle degli anni precedenti, hanno evidenziato una diminuzione del numero di incidenti gravi: 5 nel 2020 rispetto ai 29 del 2019.

Anche il numero complessivo di persone che hanno perso la vita si è abbassato: il 28% in meno rispetto al 2019.

“Segno che l’attività di informazione e prevenzione è fondamentale nell’ambito della sicurezza in mare”.

Altresì, sono diminuiti gli episodi di illegalità in mare e sulle coste.

Per contro, resta alto il numero dei Bollini Blu – indicano quanto di buono fanno le amministrazioni locali costiere lungo la nostra penisola – rilasciati (4.406), che hanno evitato agli operatori un’inutile duplicazione degli accertamenti in mare. 

Il numero 1530 per le emergenze in mare

Guardia Costiera - salvataggio elicottero

Per le emergenze in mare è sempre attivo il numero 1530. Questo, dalla scorsa estate è ufficialmente ricompreso tra le numerazioni di emergenza. E, quindi, è stato inserito all’interno del servizio NUE112 – Numero di Emergenza Unico Europeo.

Il 112 è già attivo in oltre metà delle regioni italiane. È previsto che entro la fine del 2021 potrebbe essere incluso anche in tutte le altre.

Grazie a questo sistema, le chiamate di soccorso confluiscono nelle Centrali Uniche di Risposta regionali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili