lunedì, Luglio 22, 2024

Grandi opere incompiute in Italia, bruciati 1,82 miliardi  

Ultime News

SONO MOLTE LE GRANDI OPERE INCOMPIUTE IN ITALIA, UNO SPRECO DI DENARO PARI A 1,82 MILIARDI CHE VEDE LA SICILIA AL PRIMO POSTO CON 138 OPERE NON COMPLETATE

È inclemente l’elenco delle grandi opere incompiute nella penisola italiana compiuto da Silvi Costruzioni Edili. Sul podio dello spreco sale la Sicilia (401,9 milioni), seguita da Sardegna (241,4 milioni) e Molise (133,7 milioni).

Il valore degli sperperi, pari esattamente a 1,82 miliardi di euro, si calcola sugli interventi aggiornati all’ultimo quadro economico. In assenza della disponibilità di tale dato, invece, si determina sulla stima degli importi degli oneri per l’ultimazione dei lavori. 

A fare il punto della situazione è la Silvi Costruzioni Edili, leader dal 1970 nella progettazione, costruzione, ristrutturazione e manutenzione di fabbricati. Tra questi, anche Fondi Immobiliari e strutture sottoposte a tutela delle Belle Arti, che tra la committenza annovera sia quella pubblica, sia quella istituzionale.  

Opere incompiute e sprechi, i dati

I dati sulle incompiute sono stati elaborati e revisionati dagli analisti di Silvi Costruzioni Edili. Questi hanno aggregato le evidenze del Sistema Informativo Monitoraggio Opere Incompiute del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti (Anagrafe delle Opere Incompiute) e delle singole Regioni.

Il risultato è una aggiornatissima Geografia 2023 dello spreco infrastrutturale in Italia, che mostra una situazione non certo positiva.

A caratterizzare la situazione italiana sono le numerose inefficienze, gli sprechi e soprattutto i procedimenti burocratici che nel nostro Paese sono molto farraginosi. C’è da dire poi che in Italia oltre sei immobili su dieci sono obsoleti.

Il primo posto dello spreco infrastrutturale, pari a 401,9 milioni di euro, lo guadagna la Sicilia con 138 opere incompiute. Rappresenta il 22,1% del dato nazionale. La Sardegna si colloca al secondo posto con il 20,8%, seguita da Molise (11,5%), Lombardia (9,2%) e Calabria (5,9%). Queste cinque regioni insieme pesano per l’82%.

Incompiute e sperperi, i numeri

Ecco i numeri delle incompiute e il valore economico degli sperperi:

  • Sardegna: quarantasette incompiute e 241,4 milioni di euro di spreco;
  • Molise: undici incompiute e 133,7 milioni di euro di spreco;
  • Lombardia: diciannove incompiute e 107,5 milioni di euro di spreco;
  • Calabria: venti opere incompiute e 68,4 milioni di euro di spreco;
  • Basilicata: undici incompiute e 39,9 milioni di euro di spreco;
  • Puglia: ventisette incompiute e 35,4 milioni di euro di spreco;
  • Lazio: ventisei incompiute e 29,6 milioni di euro di spreco;
  • Marche: dodici incompiute e 29,5 milioni di euro di spreco;
  • Veneto: otto incompiute e 14,2 milioni di euro di spreco;
  • Toscana: tredici opere incompiute e 14,1 milioni euro di spreco;
  • Liguria: due opere incompiute e 14 milioni di euro di spreco.
  • Piemonte: tre opere incompiute e 8,5 milioni di euro di spreco;
  • Emilia Romagna: sei opere e 8 milioni di euro di spreco;
  • Umbria: otto incompiute e 5,1 milioni di euro di spreco;
  • Campania: cinque opere e 4,2 milioni di euro di spreco;
  • Abruzzo: cinque incompiute e 4,1 milioni di euro di spreco;
  • Valle d’Aosta: una incompiuta e 2,7 milioni di euro di spreco;
  • Friuli Venezia Giulia: due opere incompiute e 914mila euro di spreco
  • Provincia Autonoma di Bolzano: zero sprechi;
  • Trento: non è stata segnalata alcuna opera incompiuta.

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili