lunedì, Aprile 22, 2024

GLOBESITY: la battaglia contro il peso del potere

Ultime News

IN OCCASIONE DELLA GIORNATA MONDIALE DELL’OBESITÀ, CHE SI È CELEBRATA IL 4 MARZO 2024, UN ROMANZO FA IL SUO INGRESSO NELLE LIBRERIE: “GLOBESITY. LA FAME DEL POTERE”. SCRITTO DA ANDREA SEGRÈ, FONDATORE DEL MOVIMENTO SPRECO ZERO E PIONIERE NELLA LOTTA ALLO SPRECO ALIMENTARE, IL FOOD THRILLER OFFRE UN’AVVENTURA TRA I MISTERI DEL CIBO, DEL POTERE E DELLA RICERCA DELLA VERITÀ 

“Globesity: La Fame del Potere”, un thriller intrigante tra cibo e complotti internazionali

In occasione della Giornata Mondiale dell’Obesità, che si è celebrata il 4 marzo, arriva in libreria un nuovo romanzo dall’impatto potente e rivelatore: “Globesity: La Fame del Potere” (Edizioni Minerva 2024).

Questo è il primo romanzo scritto da Andrea Segrè, noto professore di economia circolare e attivista per lo sviluppo sostenibile, famoso per il suo impegno nel movimento Spreco Zero.

Con “Globesity”, Segrè si lancia per la prima volta nella narrativa, offrendo ai lettori un viaggio emozionante attraverso un intreccio di trame internazionali, dove il confine tra immaginazione e realtà si fa labile e le implicazioni della fame globale si manifestano in modi inaspettati.

Il romanzo, disponibile in libreria dal 28 febbraio scorso, ci immerge in un mondo sconvolto dalla minaccia dell’obesità, un fenomeno che affligge sempre più persone in tutto il mondo. L’obesità è diventata infatti una vera e propria epidemia, che colpisce non solo i Paesi sviluppati, ma anche quelli in via di sviluppo, con oltre 650milioni di casi nel mondo.

Ma da cosa dipende questa diffusione allarmante?

Sono molteplici i fattori che contribuiscono all’accumulo patologico di grasso corporeo, tra cui uno stile di vita sedentario, una dieta ricca di cibi ad alto contenuto calorico e una mancanza di accesso a cibi freschi e nutrienti.

Nei Paesi sviluppati, in particolare, la disponibilità di cibi altamente processati e poco salutari, unita a uno stile di vita sempre più sedentario, ha contribuito in modo significativo all’aumento dei tassi di obesità. Ma torniamo al libro.

In “Globesity”, Segrè esplora la tematica attraverso la lente del thriller, mettendo in scena una narrazione avvincente che affronta non solo il problema dell’obesità, ma anche le complesse dinamiche di potere e controllo che si celano dietro il mondo del cibo e delle multinazionali alimentari. 

Globesity e il mistero della “bomba calorica”: il plot

Nel cuore di un mondo già sconvolto dallo spettro di una nuova pandemia, un’altra minaccia incombe sulle teste dei cittadini ignari. Ma questa volta, il contagio non arriva attraverso il solito vettore di un virus, bensì attraverso il cibo stesso.

L’inizio del plot di “Globesity: La fame del Potere” introduce il personaggio di Giorgio Pani, un giovane e inesperto ricercatore dell’Università di Padova, il cui impegno accademico lo porta a dedicarsi alla sua tesi di dottorato sugli effetti della Dieta Mediterranea sulla salute.

Tema che lo porta a intraprendere un viaggio attraverso i Paesi del Mediterraneo, dove la dieta è stata “scoperta” da Ancel Keys negli anni Sessanta, ma che è sempre meno praticata. Il suo destino lo porta a Cipro, dove incontra la professoressa Elif Demir e il suo team di scienziati impegnati in una ricerca simile alla sua. 

Un viaggio irto di difficoltà

Tuttavia, il viaggio non è senza ostacoli: misteriosi individui cercano di ostacolare la loro missione, costringendoli a fuggire attraverso il Nord Africa. Da Tunisi, passando per l’Algeria e il Marocco, fino a Ceuta e Melilla, i due ricercatori attraversano il Mediterraneo per raggiungere gli Stati Uniti. 

È qui che Giorgio e il collega Pablo Garcia scoprono di essere intrappolati in un oscuro complotto: ricercatori al soldo delle multinazionali del “cibo spazzatura” stanno manipolando una nuova molecola in grado di alterare il metabolismo umano.

Mentre si scontrano con le forze nascoste che cercano di fermarli, Giorgio e Pablo devono lottare per la loro sopravvivenza e per rivelare la verità dietro il pericoloso segreto che minaccia l’umanità.

Ma non aggiungiamo altro alla storia…

Possiamo solo dire che il plot, ossia la sequenza degli eventi che compongono la storia, che si dipana è mozzafiato, sospeso tra le pagine di una fiction avvincente dal sapore futuristico. Mentre Giorgio si addentra sempre più nei meandri della sua indagine, la linea tra immaginazione e realtà si fa infatti sempre più labile e l’insidia della “bomba calorica” sembra essere già fra noi, pronta a esplodere, portando con sé un grave peso sociale. E i numeri, tornando nel piano della realtà, parlano chiaro…

Cifre allarmanti

Secondo il rapporto del World Obesity Atlas 2023 della World Obesity Federation, se le tendenze attuali persistono, entro il 2035 più della metà della popolazione mondiale (oltre 4miliardi di persone) sarà in sovrappeso o obesa. Questo fenomeno non è solo una questione di salute, ma anche un peso economico enorme, con un impatto previsto che potrebbe superare i 4trilioni di dollari annui, equivalente al 3% del PIL globale. Questo dato è quasi paragonabile all’impatto economico causato dal COVID-19 nel 2020.

Questi numeri, non solo mettono in evidenza la portata del problema, ma sollevano anche importanti domande sulla direzione in cui si sta dirigendo la società. Il crescente tasso di sovrappeso e obesità non è solo una questione di scelte individuali, ma è influenzato da una serie di fattori complessi, tra cui accesso a cibo sano, cultura alimentare, pubblicità e marketing alimentare, urbanizzazione e stili di vita sedentari.

Cosa ci vuole dire il libro

In questo contesto, “Globesity” non è solo un romanzo, ma un riflesso della realtà che ci circonda, in uno scenario straordinariamente attuale; il pianeta dei paradossi «dove metà del mondo lotta contro obesità e sovrappeso, e laltra metà contro la sottoalimentazione», spiega Andrea Segrè .

L’autore, attraverso la sua narrativa, ci invita dunque a riflettere sulle cause sottostanti dell’epidemia di obesità e ile sue ripercussioni sociali, economiche e sanitarie. Ci invita altresì a esplorare le complesse interconnessioni tra accesso a cibo sano, cultura alimentare, pubblicità e marketing alimentare, urbanizzazione e stili di vita sedentari, mettendo in discussione le convenzioni e le pratiche consolidate della nostra società.

Il tutto, attraverso la lente della narrazione romanzesca. Con personaggi ben sviluppati e una trama avvincente, il thriller ci trasporta in un mondo ricco di suspense e colpi di scena, dove ogni pagina offre una nuova rivelazione e ogni capitolo ci avvicina sempre di più alla verità nascosta dietro il velo della “bomba calorica”.

Quanto allo stile, in un istante, la prospettiva cambia completamente, rovesciando il confine tra bene e male, scienza buona e cattiva, fame e sazietà. Le pagine del libro si animano, trasformano la nostra percezione del mondo reale, dove tutto può accadere, proprio come nella realtà che ci circonda.

Con abilità magistrale, l’autore ci trasporta in un mondo dove il cibo diventa il vettore di una pandemia da obesità, trasformando il peggiore dei nostri incubi in una realtà inquietante e avvincente.

In definitiva, Segrè dimostra una profonda conoscenza del tema trattato, basti pensare alla descrizione accurata dei Paesi del Mediterraneo e della loro relazione con la Dieta Mediterranea. Cosa che, non solo aggiunge credibilità alla narrazione, ma rende anche il romanzo educativo e informativo.

Presentazione del libro Globesity

Il libro sarà presentato in anteprima oggi, mercoledì 6 marzo 2023 a Bologna, Libreria Coop Ambasciatori ore 18.30. Con l’autore converseranno i giornalisti Valerio Varesi e Beppe Boni. Sabato 16 marzo Globesity sarà presentato a Gorizia nella Mediateca Ugo Casiraghi. Qui, l’autore converserà con Patrizia Artico, Assessore comunale all’evento GO! 2025. 

Venerdì 22 marzo ci si sposterà a Padova, al Libraccio alle 18:00. Con l’autore converserà il giornalista Alberto Bollis, vicedirettore NEM. E sabato 18 maggio Globesity si presenterà a Trieste nell’ambito del Festival Scienza e Virgola 2024, alla Libreria Ubik ore 16:30. 

Conosciamo Andrea Segrè

Andrea Segrè è una figura di spicco nel mondo accademico e nell’attivismo sociale. Professore di Economia circolare e Politiche per lo sviluppo sostenibile all’Università di Bologna, è noto per la sua passione e il suo impegno nel combattere lo spreco alimentare.

Come fondatore di Last Minute Market e ideatore della Giornata nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare, ha dimostrato un’eccezionale capacità di leadership nel promuovere una maggiore consapevolezza sul tema dello spreco alimentare e nel promuovere azioni concrete per affrontarlo.

La sua influenza si estende anche al di là dell’ambito accademico, essendo il direttore scientifico della campagna pubblica di sensibilizzazione Spreco Zero e dell’Osservatorio Waste Watcher International sul cibo e le abitudini alimentari. Attraverso questi ruoli, Segrè ha contribuito in modo significativo a plasmare il dibattito pubblico e a influenzare le politiche a livello nazionale e internazionale in materia di alimentazione e spreco alimentare.

Negli ultimi anni, la sua ricerca si è concentrata anche sul concetto di “ius cibi”, il diritto al cibo e la cittadinanza alimentare, evidenziando l’importanza di queste questioni nelle società contemporanee.

Attualmente, Segrè ricopre il ruolo di Consigliere speciale del sindaco di Bologna per le politiche alimentari urbane e metropolitane, dimostrando il suo impegno a tradurre la sua ricerca accademica in azioni concrete a livello locale.

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili