Giornata Mondiale dell’Ambiente 2020

foresta tropicale foresta tropicale

“Time for Nature”, è il momento per la Natura

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, il 15 dicembre 1972, istituisce la Giornata Mondiale dell’Ambiente. Lo scopo della “Risoluzione 2994” è di ricordare la prima Conferenza delle Nazioni Unite sull’Ambiente, che si è tenuta nella capitale della Svezia, dal 5 al 16 giugno del 1972. L’Assemblea stila la Dichiarazione di Stoccolma, basata su ventisei principi sui diritti e sulle responsabilità dell’uomo nei confronti dell’ambiente.

Ogni anno un Paese ospita i principali eventi legati alla Giornata Mondiale dell’Ambiente. Nell’anno in corso è la Colombia a rappresentare la 48esima edizione.

Il motto di quest’anno, “Time for Nature” – È il momento per la Natura –, ci ricorda che la crisi della biodiversità è una preoccupazione non solo urgente ma un pericolo per l’esistenza stessa del pianeta.

Un milione di forme di vita animale e vegetale a rischio estinzione

Grande attenzione della Giornata Mondiale dell’Ambiente è data due temi fondamentali per la salvaguardia dell’ecosistema: l’inquinamento atmosferico e i cambiamenti climatici.

Un giovane orso polare salta sul ghiaccio che va dissolvendosi. Svalbard, Norvegia.
Un giovane orso polare salta sul ghiaccio che va dissolvendosi a causa dell’innalzamento della temperatura. Svalbard, Norvegia. ©-Richard-Barrett-WWF

Oggi, circa un milione di forme di vita animale e vegetale sono a rischio estinzione – su un totale di circa 9milioni di specie – a causa dei danni che l’uomo ha prodotto ai relativi habitat.

Con la Giornata Mondiale dell’Ambiente, l’ONU chiede ai governi e a tutti i cittadini del globo di rendersene conto e, di conseguenza, di porvi rimedio con azioni concrete.

Tra le iniziative previste in occasione dell’evento, il Museo Nazionale del Cinema e CinemAmbiente caricheranno sul sito cinemambiente.it la rassegna “Movies for Nature”. Undici docufilm mostrano come l’intervento dell’uomo abbia alterato le regole della Natura sulla Terra.

Planet Escape Room, agire tutti insieme per un futuro sostenibile

Giornata Mondiale dell'Ambiente - Una vista del bacino idrico quasi prosciugato di Thirlmere, Lake District, Regno Unito.
Una vista del bacino idrico quasi prosciugato di Thirlmere, Lake District, Regno Unito

Il WWF ha realizzato, invece, il report “Planet Escape Room, siamo tutti in gioco. I messaggi di allarme dal Pianeta si susseguono senza sosta e il tempo per agire è sempre meno”. Clicca qui

L’associazione ha considerato tutte le principali emergenze ambientali come se fossero gli elementi di una Escape Room planetaria. (Escape Room è un gioco di logica. I concorrenti, rinchiusi in una stanza allestita a tema, devono cercare una via d’uscita risolvendo codici, enigmi, rompicapo e indovinelli).

Per uscire… “dal tunnel” in cui l’uomo si è cacciato, il WWF Italia ha avviato la consultazione “Il mondo che Verrà”. Attraverso soluzioni condivise, governi, aziende e cittadini, insieme, devono trovare soluzioni per costruire un futuro migliore, sano, sostenibile e sicuro.

La Giornata Mondiale dell’Ambiente e le strategie dell’Unione Europea

Dal canto suo, l’UE, che intende realizzare la transizione verso una Unione Europea sostenibile e resiliente, ha pubblicato due strategie: “Biodiversità” e “Farm to Fork”. Anticipando il cammino verso l’Accordo Globale ONU sulla Biodiversità, in occasione del summit che si svolgerà a Kunming (Cina) agli inizi del 2021.

Leave a Comment

Your email address will not be published.