domenica, Novembre 27, 2022

Frangenti: teatro e musica alla costiera amalfitana

Ultime News

È IL BORGO DI CETARA A OSPITARE IL FESTIVAL DURANTE L’ESTATE

Arte e valorizzazione del territorio si fondono in Frangenti – Cetara Arts Festival“. L’evento, dedicato al teatro e alla musica, ha luogo nella splendida cornice della costiera amalfitana. In particolare il festival si svolge nel tipico borgo marinaro di Cetara dal 23 al 30 luglio, per poi tornare dal 25 agosto al 3 settembre.

«Ripartire dopo due anni di stallo dà la possibilità a noi e a Frangenti di presentarci con una veste nuova, ma sempre perseguendo lo stesso scopo – dichiarano la delegata alla Cultura Cinzia Forcellino e il delegato al Turismo Daniele Luigi D’Elia -. Anche questa volta, infatti, daremo spazio a tutti, dai bambini ai più grandi, ammiccando ai turisti, ma senza perdere mai di vista Cetara e i suoi abitanti».

Si preannuncia quindi un’edizione ricca di novità. Giunta alla VI edizione e dopo aver cambiato la precedente denominazione “Teatri in Blu”, il festival Frangenti si apre alla musica d’autore dal vivo, pur rimanendo ancorato alla tradizionale programmazione teatrale, che non sarà però rivolta solo a un pubblico adulto ma anche ai più giovani.

«L’edizione di quest’anno mi permette di rimarcare i cambiamenti avvenuti, di percorrerli in continuità con il passato, di aderire ancora di più alla natura del territorio che mi ospita – sostiene il direttore artistico del festival Vincenzo Albano -. Confluiscono in essa immaginazioni e sforzi condivisi, incontri e sapienze, fascinazioni e bellezze».

Frangenti unisce l’amore dell’arte e del territorio

Frangenti non sarà però solo un’occasione che renderà protagonista l’arte in tutte le sue forme. La città riveste un ruolo importante, che sarà valorizzato.

Il borgo di Cetara è tra i primi comuni della costiera amalfitana. Importante centro di pesca, sorge ai piedi del monte Falerio, distendendosi in una vallata fatta di vigneti e agrumeti. Infatti, oltre alle sue bellezze paesaggistiche, anche la tradizione gastronomica ha reso Cetara un borgo amato dai turisti di tutto il mondo.

«La sinergia che Frangenti ha costruito con Cetara è un punto di forza aggiunto per noi – ha confermato il sindaco Fortunato della Monicasoprattutto durante la stagione estiva».

In particolare, durante il festival, prenderanno vita i luoghi più suggestivi del borgo, come la Torre Vicereale. La terrazza della torre ospiterà gli appuntamenti dedicati al teatro, dove la forza evocativa farà esplorare al pubblico i molteplici universi dell’immaginazione, capaci di far riflettere ed emozionare. Poi il programma si diramerà tra le altre vie e piazze, come Piazza San Francesco, Piazzetta Grotta, la Chiesa di San Pietro e l’Agorà dei Poeti e degli Artisti alla Piazzetta al Casale. Infine nel nuovo e incantevole Porto Marittimo risuoneranno alcune delle voci più interessanti del panorama musicale italiano.

Il programma di Frangenti – Cetara Arts Festival

Il programma di questa edizione è ricco di eventi, che saranno suddivisi in tre gruppi principali:

  • KIDS, i cui spettacoli sono rivolti ai più piccoli;
  • Stories, in cui il teatro sarà il protagonista;
  • Live, che racchiude gli spettacoli musicali.

Nella sezione #Live si alterneranno Giorgio Poi, che ha presentato il 23 luglio il suo nuovo progetto discografico “Gommapiuma”, in cui si intreccia la dimensione onirica a quella più realistica, e Cristina Donà, che, invece, presenterà il suo nuovo album “deSidera” il 30 luglio.

Poi ad agosto, precisamente il 25, sarà la volta del cantautore romano Folcast. È stato il terzo classificato nella categoria “Nuove Proposte” della 71° edizione del Festival di Sanremo. Il 27 agosto sarà invece il momento dei cantautori Zibba e Erica Mou, che, grazie a chitarra e loop, creeranno un’atmosfera intima e incisiva.

Infine all’inizio di settembre saranno in scena Cecilia, il cui spettacolo sarà all’insegna della sperimentazione e ricercatezza musicale, e il cantautore Riccardo Sinigallia con il suo nuovo tour “Concerto a cuor leggero“.

Le parole dei grandi scrittori in scena

Al contrario, la sezione #Stories comprenderà spettacoli teatrali, seguiti da una degustazione. Il primo evento si terrà il 26 luglio e sarà un racconto musicale del famoso romanzo di Hemingway “Il vecchio e il mare“. Qui i ritmi della musica cubana si intrecciano con le parole scarne e asciutte dell’autore. Il 28 luglio, invece, partirà dalla riscrittura del romanzo di Stefano D’Arrigo “Horcynus Orca” la rappresentazione “Omu a mari”, che ha come protagonisti uomini di mare dello Stretto di Messina.

Poi più personaggi, più storie e più vite si dipaneranno in “La vita salva“, in scena il 26 agosto. Infine il 28 agosto ci sarà il RedReading “Un giorno bianco“, dove la potenza del teatro incontra quella del libro “Ho costruito una casa da giardiniere” di Clément.

Il teatro non dimentica i più piccoli

Ma “Frangenti – Cetara Arts Festival” non dimentica i più piccoli. La sezione #KIDS è proprio dedicata a loro. Si è iniziato già il 23 luglio con lo spettacolo “Pocket Circus – Il circo in valigia“. Poi il 25 luglio sarà il turno di “I racconti di Fernando”, uno spettacolo divertente, grottesco, con sfumature a volte malinconiche.

Il Fiore Azzurro“, previsto il 27 luglio, sarà invece un viaggio attraverso la storia del popolo tzigano, che vuole trasmette i valori dell’accettazione del diverso, del superamento delle avversità e dell’amicizia. Il 29 luglio prende vita la mitologia con “Che Viaggio! Ovvero la tragicomica historia di un uomo chiamato Odisseo”, a cui seguiranno attività laboratoriali.

La sezione KIDS torna poi il 25 agosto con “Le favole della saggezza“, uno spettacolo che dà vita alle più famose favole dell’antichità. Burattini, marionette, muppet e ombre cinesi sono invece i protagonisti, il 27 agosto, di “Storie di pezza“. A trasmettere il valore di preservare la nostra Terra, in particolare il nostro mare, è “Mare Monstrum” del 30 agosto. È un laboratorio in cui si trasformeranno i rifiuti trovati sulle spiagge in “mostri” assemblati. L’ultimo appuntamento di agosto sarà poi lo spettacolo di marionette “Appeso a un filo” del 31.

A chiudere il festival “Pulcinella che passione” il 1° settembre, “Anche i cani hanno un’adolescenza difficile” del 2 settembre, che indaga il mondo dell’adolescenza e il rapporto con la famiglia, la scuola e i coetanei, e “Dov’è finito il Principe Azzurro?” del 3 settembre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili