Festival dello sviluppo sostenibile: a Roma la terza edizione

festival sviluppo sostenibile

Dal 21 maggio al 6 giugno torna la manifestazione sui temi della sostenibilità ambientale, economica e sociale

 

Nella prima conferenza ONU sull’ambiente del 1977 furono introdotti i principi base dello sviluppo sostenibile.

Ma solo nel 1987 il “Rapporto Bruntland” definì con chiarezza l’obiettivo dello sviluppo sostenibile: “Sviluppo che risponde alle necessità del presente, senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare le proprie necessità”.

Può essere considerato un equilibrio dinamico tra qualità ambientale, sviluppo economico ed equità sociale.

Si definisce “sostenibile” perché prevede di utilizzare una risorsa o prelevarla, senza nuocere alla sua naturale capacità di rinnovarsi.
Questo se si parla di risorse rinnovabili. Per quelle esauribili si parla di capacità di usufruirne in maniera ottimale, sia a livello di tempi che di condizioni.

Queste tematiche, purtroppo spesso sottovalutare da molti, sono alla base della vita umana perché essa si basa essenzialmente sulla gestione e sfruttamento delle risorse.

Si svolge in Italia il Festival dello sviluppo sostenibile, la più grande manifestazione internazionale sulla sostenibilità.
In 17 giorni, tanti quanti sono gli Obiettivi dell’Agenda 2030 sottoscritta da 193 Paesi nel 2015, la manifestazione coinvolge imprese, società civile, istituzioni e cittadini proprio nel momento in cui l’interesse per il futuro del pianeta e dei sistemi economici e sociali ha raggiuto livelli mai visti finora, al punto che quasi l’85% degli italiani risulta a favore di politiche per lo sviluppo sostenibile. (fonte: Fondazione Unipolis).

Il Festival 2019 sottolinea l’urgenza di un impegno forte, generale e condiviso, per cambiare il modello di sviluppo e produrre quella transizione necessaria per garantire la sostenibilità economica, sociale, ambientale e istituzionale e quindi un futuro di benessere a questa e alle nuove generazioni.

Le tematiche da affrontare sono: la lotta al cambiamento climatico e transizione energetica, innovazione tecnologica e futuro del lavoro, lotta alla povertà e alle disuguaglianze, salute e sicurezza alimentare, educazione e formazione continua, cooperazione internazionale, infrastrutture e mobilità sostenibile, dialogo interreligioso e futuro dell’Europa, protezione dell’ambiente e sviluppo economico.

Il motto del Festival 2019, “Mettiamo mano al nostro futuro”, chiama tutti all’azione individuale e collettiva, dal mondo economico e imprenditoriale a quello della politica e delle istituzioni, dalle scuole alle università, dai cittadini agli operatori della cultura e dell’informazione.

Dal 21 maggio al 6 giugno in tutto il Paese si tengono centinaia di eventi (convegni, seminari, workshop, mostre, spettacoli, eventi sportivi, presentazioni di libri, documentari ecc.) collegati agli “Obiettivi di sviluppo sostenibile”.

«Gli “scioperi per il clima” degli studenti hanno richiamato i decisori alle proprie responsabilità ed hanno ottenuto una visibilità mediatica imponente» ha sottolineato il presidente dell’ASviS, Pierluigi Stefanini. «Ora non si può più far finta di niente, è il momento di realizzare il cambiamento. Il Festival rafforzerà questo messaggio».

IL PROGRAMMA

L’inaugurazione del Festival dello Sviluppo Sostenibile si svolgerà in un momento decisivo per l’Unione Europea, a pochi giorni dalle elezioni per il Parlamento UE.
Il primo dei tre eventi del Festival si tiene il 21 Maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma.
Al convegno internazionale “Per un’Europa campionessa mondiale di sviluppo sostenibile” partecipano il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco e personalità di rilevanza internazionale, per dibattere sulle politiche che l’Unione Europea dovrà mettere in campo all’indomani delle elezioni.
Nella serata del 21 maggio si tiene, sempre presso l’Auditorium, il “Concerto per un’Europa sostenibile”, eseguito dai giovani musicisti del complesso d’archi della European Union Youth Orchestra (EUYO).

Il secondo evento si tiene il 28 maggio a Milano, presso l’Auditorium di Assolombarda e affronta il tema “Le imprese e la finanza per lo sviluppo sostenibile. Opportunità da cogliere e ostacoli da rimuovere”.
All’evento prendono parte i vertici di alcune delle più grandi aziende e organizzazioni imprenditoriali.

Il Festival si conclude con il terzo degli eventi dell’ASviS, l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, il 6 giugno alla Camera dei deputati, dove saranno presentati alle istituzioni i risultati, le idee e le proposte emerse durante i 17 giorni del Festival.

La manifestazione prevede, inoltre, 17 eventi nazionali di alto livello, dedicati ai temi chiave dello sviluppo sostenibile e ai diversi Obiettivi dell’Agenda 2030, organizzati dagli aderenti dell’Alleanza, con il contributo dei gruppi di lavoro dell’ASviS.

Assisi, Genova, Matera, Napoli, Roma, Torino, Udine, sono tra le città italiane che ospiteranno queste iniziative.

EVENTI PRINCIPALI DEL FESTIVAL 2019

EVENTI ASVIS

21 maggio | Roma – Auditorium Parco della musica | Sala Petrassi

“Per un’Europa campionessa mondiale di sviluppo sostenibile”

28 maggio | Milano – Auditorium Assolombarda

“Le imprese e la finanza per lo sviluppo sostenibile. Opportunità da cogliere e ostacoli da rimuovere”

6 giugno | Roma – Camera dei Deputati | Aula del Palazzo dei gruppi parlamentari

“Italia 2030: un paese in via di sviluppo sostenibile”

EVENTI NAZIONALI

14-16 maggio | Roma – Convention center “La Nuvola” – Forum PA

15 maggio | Roma – Exco Fiera di Roma

“Finanziare lo sviluppo sostenibile: il partenariato globale dalla teoria alla pratica”

18 maggio | Assisi

“L’economia del noi per uno sviluppo sostenibile – Il dialogo interreligioso per un nuovo modello economico, sociale e ambientale”

24 maggio | Roma – Palazzo delle esposizioni

“Sconfiggere la povertà, ridurre le disuguaglianze”

27 maggio | Roma – Palazzo della cooperazione

“La misurazione dello sviluppo sostenibile”

29 maggio | Roma – Sala parlamentino dell’autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza

“Donne invisibili – verso Pechino+25. A che punto siamo in Italia”

29 | 30 maggio | Udine – Università degli studi di Udine

“Magnifici incontri CRUI 2019 – Le università per lo sviluppo sostenibile”

 30 maggio | Roma – Campidoglio – Sala della Protomoteca

“Innovazione e mobilità dei cittadini per lo sviluppo urbano sostenibile”

30 maggio | Roma – Istituto superiore di sanità

“Disuguaglianze di salute: politiche sanitarie e non sanitarie”

31 maggio | Matera – Cava del sole

Cultura per lo sviluppo sostenibile”

31 maggio | Roma – Auditorium Cisl

“Priorità per una transizione energetica ambiziosa, giusta e sostenibile”

3 giugno | Genova – Palazzo Tursi

“Regioni, città e territori per lo sviluppo sostenibile”

3 giugno | Roma – Sala dei Lecci – Bioparco di Roma

“L’acqua fonte di vita. Salvaguardare i diritti umani tutelando gli ecosistemi”

4 giugno | Torino – Nuvola Lavazza

“Generazione 2030”

5 giugno | Roma – Miur – Sala Aldo Moro

“Salute, alimentazione e agricoltura sostenibile: educare gli adulti di domani”

5 giugno | Napoli – iOS Developer Academy Università Federico II

“Economia circolare, innovazione e lavoro”

 

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.