domenica, Ottobre 17, 2021

Farfalle: in pericolo per le azioni dell’uomo

Ultime News

“L’Onda che verrà”. Un viaggio tra riflessioni e turbamento, con Sergio Muniz

Il primo evento nazionale di respiro globale, “L’Onda che verrà” organizzato dalla Commissione Oceanografica Intergovernativa dell’UNESCO per la tutela...

Bari, il Tribunale condanna l’INPS a risarcire esposti all’amianto

Accolte le richieste dell’avv. Ezio Bonanni e dell’ONA. Il giudice del lavoro riconosce la prolungata esposizione all'amianto di due...

Genova, stroncato traffico illecito di rifiuti speciali pericolosi

Funzionari delle Dogane in servizio al porto di Genova hanno bloccato 10 tonnellate di estintori e fotocopiatrici diretti in...

Le farfalle rischiano di scomparire a causa di danni ambientali

Deforestazione, agricoltura intensiva, inquinamento e cambiamenti climatici sono le cause fondamentali che mettono a rischio estinzione diverse specie di farfalle.

La situazione di pericolo in cui si trovano i lepidotteri è un chiaro sintomo dello stato di salute del pianeta. Infatti proprio le farfalle sono estremamente sensibili ai cambiamenti innescati dall’uomo.

La scomparsa di questi esseri viventi non è da sottovalutare. Metterebbe a rischio gli equilibri naturali degli ecosistemi stessi. Difatti le farfalle non sono solo importanti come impollinatori, ma costituiscono anche la base alimentare per diversi uccelli insettivori.

Perciò la loro estinzione potrebbe determinare, di conseguenza, il diminuire di altre specie che fanno parte della biodiversità vegetale e ornitologica non solo italiana ma del mondo.

“S-COMPARSE. Parlano le farfalle” e il legame con la natura

Purtroppo molte popolazioni di insetti stanno già calando dell’1-2% all’anno, a causa dei cambiamenti climatici e ambientali prodotti dalle attività umane.

Cercare di sensibilizzare gli uomini sulla necessità di riscoprire, recuperare e preservare il vitale rapporto con la natura è essenziale. Questo è lo scopo che si prefigge il nuovo libro, edito da Reverdito,

S-COMPARSE. Parlano le farfalle”.

È una raccolta di dieci racconti illustrati, a cura di Emiliano Faccio e Moreno Fabbro, ambientati in diverse parti del mondo, che hanno come protagoniste dieci farfalle già scomparse o a rischio estinzione.

Ogni lepidottero protagonista, attraverso la propria storia ed esperienza di vita, fa emergere i valori universali dell’amicizia, della solidarietà, della libertà, dell’amore, della giustizia, dell’onestà, della speranza e della fede. Inoltre tutti i racconti affrontano il problema dello sfruttamento ambientale perpetuato per soli fini economici e di come questo processo abbia mutato per sempre il rapporto Homo Sapiens e Madre Terra.

Questo libro si propone quindi di far riflettere il lettore sulle conseguenze profonde della perdita del legame vitale con la natura, le cui più grandi vittime sono purtroppo le farfalle.

Le farfalle a rischio estinzione nel mondo

In Europa, circa il 30% di questa tipologia di insetti è in declino. Tra le specie più minacciate ci sono Aricia hyacinthus, ormai estinta a livello regionale, e Tomares nogelii, scomparsa dalla Romania e Moldova prima del 1999. Infine, anche la cavolaia di Madeira (Pieris wollastoni), presente solo nell’isola di Madeira in Portogallo, non è più stata avvistata dal 1970.

La situazione non è migliore nei Paesi esteri. Per esempio negli Stati Uniti sono già trascorsi ottant’anni dall’ultima volta che una farfalla blu di Xerces è stata vista volare sulle dune di sabbia della California. Questa è stata la prima specie di lepidottero a ricevere ufficialmente il triste riconoscimento di specie estinta. E causa della sua scomparsa sono proprio le azioni dell’uomo.

Sempre in Nord America, attualmente, anche la Monarca della famiglia Nymphalidae è in serio pericolo, data la presenza sul territorio di molte colture intensive.

Le specie di lepidotteri a rischio in Italia

In Italia la situazione di rischio in cui vertono le farfalle è illustrata dalla “Lista Rossa IUCN dei Ropaloceri Italiani”. Nell’ambito di questa ricerca sono state censite duecentottantotto specie indigene di lepidotteri diurni, a cui si aggiunge una specie di origine sudafricana accidentalmente introdotta in Italia.

Tra queste una è, però, considerata estinta nel nostro Paese: la Lycaena helle, detta anche Licena della bistorta. Invece le specie minacciate di estinzione sono diciotto, il 6,3% di tutte quelle valutate.

Per quanto riguarda le estinzioni locali di alcune famiglie di farfalle, queste si sono concentrate soprattutto negli habitat umidi e nelle formazioni rocciose. Al contrario, le meno minacciate sono i lepidotteri delle praterie e delle foreste.

Quali sono le fonti di pericolo per i lepidotteri?

Tra le principali cause che minacciano la sopravvivenza delle farfalle ci sono i cambiamenti dell’uso del suolo e le pratiche agronomiche. Altre specie, invece, soffrono l’abbandono delle attività agrosilvopastorali nelle aree scarsamente redditizie, un fenomeno molto diffuso soprattutto nelle aree appenniniche.

Nelle regioni mediterranee il principale pericolo è costituito dagli incendi, che minacciano gli habitat di Polyommatus galloi, Hipparchia sbordonii Kudrna, comunemente conosciuta come “farfalla di Ponza”, e Spialia therapne.

Anche i continui prelievi di risorse idriche per uso agricolo, provocando l’abbassamento della falda freatica, hanno degli effetti negativi sulle zone umide della pianura padana, divenendo così un pericolo per la specie Maculinea alcon.

Infine è particolarmente rilevante il ruolo svolto dai cambiamenti climatici nella minaccia alla sopravvivenza delle farfalle, come le temperature invernali più alte e le anomale precipitazioni. Proprio quest’ultimo fenomeno è la causa accertata di estinzione locale nel nord Italia della Melitaea britomartis.

Non è da sottovalutare, però, il peso che le attività umane hanno sul pericolo di estinzione che corrono le farfalle. L’urbanizzazione è responsabile di varie estinzioni locali, soprattutto nelle pianure, insieme all’uso di pesticidi, erbicidi e insetticidi. Purtroppo a questi fattori si aggiunge il collezionismo, un pericolo per ben dieci specie di farfalle in Italia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Numero verde ONA

Consulenza gratuita

    Articoli simili