lunedì, Aprile 22, 2024

Fano capitale italiana della transizione ecologica

Ultime News

NEGLI ULTIMI ANNI, A CAUSA DEI DANNI AMBIENTALI GENERATI DALL’UOMO, SI È DIFFUSO IL CONCETTO DI TRANSIZIONE ECOLOGICA. QUESTO PROCESSO, CHE SI STA DIFFONDENDO, HA LO SCOPO DI RIDURRE L’IMPATTO AMBIENTALE E PROMUOVERE UNO SVILUPPO SOSTENIBILE. IL FESTIVAL CIRCONOMIA, A FANO, NE È UN ESEMPIO. L’ EVENTO, CHE METTE LA CITTADINA MARCHIGIANA SOTTO I RIFLETTORI, PERMETTE DI APPROFONDIRE QUESTO PROCESSO ATTRAVERSO DIBATTITI, INCONTRI E INIZIATIVE LEGATE ALL’ECONOMIA CIRCOLARE E ALLA SOSTENIBILITÀ

Cos’è la transizione ecologica

Prima di entrare nello specifico dell’evento di Fano, è importante comprendere il concetto di transizione ecologica. Un concetto che implica un processo che mira a trasformare l’economia e la società con lo scopo di ridurre l’uso delle risorse naturali non rinnovabili, limitare le emissioni di gas serra, promuovere l’efficienza energetica e incentivare la sostenibilità.

È una risposta alla diffusa crisi climatica, con l’obiettivo di costruire un futuro più equo ed equilibrato per le generazioni presenti e future.

transizione ecologica, economia sostenibile

Questo processo coinvolge non solo l’ambiente e le persone, ma anche pratiche aziendali e tecnologie. Comprende il passaggio dalle fonti di energia fossile a quelle rinnovabili, l’adozione di pratiche agricole sostenibili, la riduzione dei rifiuti e la promozione della mobilità sostenibile.

La transizione ecologica in Italia e in Europa

Fortunatamente, il nostro Paese ha risposto positivamente, comprendendo l’importanza di far diventare la transizione ecologica un obiettivo prioritario, impegnandosi nel ridurre le emissioni di gas serra e ad aumentare l’uso di energie rinnovabili. L’Italia ha annunciato obiettivi ambiziosi nel settore delle energie rinnovabili, da raggiungere entro il 2030. Le stesse città italiane hanno dimostrato sostegno nel supportare questo obiettivo, adottando misure per migliorare la qualità dell’aria e promuovere la mobilità sostenibile.

A livello europeo, la transizione ecologica è al centro dell’agenda politica con il Green Deal Europeo presentato dalla Commissione Europea. Questo piano mira a ridurre le emissioni di gas serra, proteggere la biodiversità e promuovere l’uso di energie rinnovabili. L’Europa sta investendo in tecnologie pulite e sostenibili, proprio per poter dare vita a nuove opportunità economiche e lavorative all’insegna della sostenibilità.

Il futuro della transizione ecologica

La transizione ecologica rappresenta una vera sfida, ma è un obiettivo che vale la pena perseguire per assicurare un futuro migliore per tutti. È fondamentale creare una sinergia, tra governi, imprese e cittadini per affrontare questa sfida in modo efficace e strategico. Solo attraverso un impegno condiviso e azioni concrete possiamo sperare di raggiungere gli obiettivi di sostenibilità e garantire un pianeta “sano” per le generazioni future.

transizione energetica

Circonomia: a Fano un Festival di prestigio e partecipazione

Il Festival Circonomia, dedicato all’economia circolare e alla transizione ecologica, sceglie Fano, località in provincia di Pesaro e Urbino, come sede per la sua nona edizione, in concomitanza con Pesaro 2024. Per una settimana si alterneranno dibattiti ed eventi con giornalisti, esperti, associazioni e rappresentanti istituzionali.

Nella serata di martedì 5 marzo, si è svolta un’anteprima serale, accompagnata da serie di appuntamenti che si terranno dal 7 al 10 marzo. Durante i 5 giorni del Festival si terranno trentaquattro eventi con oltre cento relatori tra giornalisti, esperti di ambiente, rappresentanti di associazioni, imprese e istituzioni. Tra gli ospiti presenti: Gianrico Carofiglio, Ilaria Sotis, Mario Cucinella, Francesca Santolini, Paolo Pagliaro, Francesco Borgonovo, Stefano Ciafani, Giuliano Ferrara, Laura Gatti, Marcello Masi e Roberta Franceschinelli.

Programma del Festival

Il programma del festival prevede una serie di eventi importanti, tra cui:

  • 7 marzo: intervista a Ilaria Sotis, giovane attivista di “Ultima Generazione”, associazione che pratica azioni di disobbedienza civile non violenta per attirare l’attenzione sulla crisi climatica. E, incontro su “L’architettura in tempo di crisi ecologica” con la partecipazione di Mario Cucinella, Roberta Franceschinelli e Laura Gatti.
  • 8 marzo: intervista pubblica a due esponenti – uno palestinese, l’altro ebreo israeliano – di “Combatants for Peace”, associazione pacifista che si batte nel segno della nonviolenza per affermare l’idea della convivenza tra i due popoli oggi divisi da un odio profondo.
    – Presentazione del Rapporto “No greenwashing”, in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti delle Marche.
  • 9 marzo: intervista allo scrittore Gianrico Carofiglio sulla “ecologia delle parole”, con firma copie del suo ultimo romanzo “L’orizzonte della notte”. Seguono, processo alla transizione ecologica “Pranzo di gala o massacro sociale?”, condotto dal giornalista Paolo Pagliaro. Compongono la difesa la giornalista Francesca Santolini, il presidente di Legambiente Stefano Ciafani, l’ingegnera ambientale Annalisa Corrado e l’ex ad di Enel Francesco Starace. L’accusa schiera i giornalisti Francesco Borgonovo, Giuliano Ferrara, Patrizia Feletig, e l’esperto di energia Giuseppe Zollino. Presentazione del primo Rapporto nazionale che mette in classifica le regioni italiane dalla più green a quella più indietro nella transizione ecologica. Infine, convegno: “Il ruolo dell’agricoltura nella transizione ecologica”, condotto da Marcello Masi.
  • 10 marzo: convegno “La gestione dei rifiuti a servizio dell’Economia Circolare”. Racconto delle best practice di alcune delle principali eccellenze nazionali e locali nel campo del riciclo. Con Carmine Pagnozzi (Consorzio Biorepack), Federico Fusari (Consorzio Ricrea), Stefano Stellini (Consorzio Cial), Andrea Campelli (Consorzio Corepla) Paolo Reginelli (Aset), Francesco Fatone (Università Politecnica Marche); coordina  Luigi Bosio, Presidente e Responsabile dell’Area Tecnica E.R.I.C.A. soc. coop. E, a seguire, evento di chiusura dedicato alla musica con l’esecuzione della nona sinfonia di Beethoven da parte dell’Orchestra Sinfonica Gioachino Rossini.

Partnership e informazioni

Il Festival è promosso da diverse istituzioni ed enti, con il sostegno di sponsor principali come Enereco, Corepla e altri, e il patrocinio di Rai per la sostenibilità ESG. Per ulteriori dettagli e aggiornamenti sul Festival, è possibile visitare il sito ufficiale.

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili