giovedì, Febbraio 9, 2023

Educazione ambientale: una pianta in dono agli scolari

Ultime News

NELLA SCUOLA ELEMENTARE DI MEZZANA, FRAZIONE DI SAN GIULIANO TERME (PI), SI È SVOLTO UN PERCORSO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PROPOSTO DAL CONSORZIO DI BONIFICA 1 TOSCANA NORD, CHE HA REGALATO DELLE PIANTINE AD OGNI BAMBINO

Gli alunni della scuola elementare “Mameli” di Mezzana, frazione di San Giuliano Terme (PI), hanno partecipato a un percorso didattico sull’ambiente.

Organizzato dal Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord, il percorso è stato proposto alla scuola per favorire la conoscenza dei corsi d’acqua e dell’ambiente naturale.

Le classi, dalla prima alla quinta, hanno ascoltato attenzione il racconto della nascita di fiumi e torrenti, della loro funzione di raccolta dell’acqua e del percorso che fanno dalla sorgente per arrivare fino al mare.

Il presidente del Consorzio, Ismaele Ridolfi, ha tenuto a sottolineare che sono stati piantati diversi alberi nelle zone verdi delle scuole. Le piantumazioni sono state effettuate in collaborazione con le amministrazioni comunali e il personale scolastico.

A ogni bambino è stata affidata una pianta perché possa sentirsi partecipe dei progetti di sostenibilità ambientale. Difatti, solo una corretta educazione ambientale che inizia dalle scuole elementari può rappresentare la speranza per una inversione di marcia.

Educazione ambientale tra i banchi di Mezzana

La novità che ha caratterizzato il percorso didattico appena svolto, è stata la consegna a ogni bambino di una piantina da adottare. Il Consorzio ha voluto aggiungere alla propria offerta didattica, orientata alla conoscenza del territorio, un percorso di conoscenza e sensibilizzazione per gli ambienti naturali.

La proposta didattica ha preso in considerazione anche l’influenza delle specie vegetali su quella umana. I giovanissimi alunni hanno imparato che ciascuno può fare la propria parte per aiutare l’ambiente e prendersene cura.

Quest’anno sono stati coinvolti i ragazzi delle scuole elementari che hanno aderito al progetto didattico. A loro è stato affidato una pianta di rosmarino, specie autoctona, resistente e mellifera. Un gesto che contiene tanti messaggi importanti per i piccoli studenti che si affacciano alla vita. Su tutti, la funzione delle piante per contrastare i cambiamenti climatici e per aiutare la biodiversità e l’ambiente, sempre più devastato dalle azioni umane.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili