lunedì, Agosto 15, 2022

Cave Canem, dalla tutela degli animali all’inclusione sociale

Ultime News

LA FONDAZIONE CAVE CANEM COMPIE TRE ANNI, FINANZIATE INIZIATIVE PER OLTRE 500MILA EURO

Quattordici progetti, tre campagne, tre operazioni per fronteggiare situazioni di emergenza. Questo il bilancio della Fondazione Cave Canem nei suoi primi tre anni di vita. Ma non finisce qui, visto che le attività della Fondazione hanno aiutato oltre 2mila animali e 400 persone, con un investimento di mezzo milione di euro.

Rilevante, inoltre, il risparmio a favore delle amministrazioni pubbliche, pari a più di un milione di euro solo nell’ultimo anno. Istituita il 24 giugno 2019, la Fondazione Cave Canem Onlus è una non profit al femminile che compie tre anni e guarda ai prossimi traguardi.

I progetti della Fondazione per gli amici a quattro zampe

Tra i progetti strategici della Fondazione si ricorda #NessunoEscluso, che ha offerto supporto a cani vittime di gravissimi maltrattamenti, terrorizzati dalla presenza dell’uomo.

Essi reagiscono con la fuga o con l’aggressività a qualsiasi tentativo di contatto. Per loro in campo educatori cinofili, veterinari, assistenti in grado di accompagnarli in un percorso di recupero comportamentale e favorirne l’adozione.

La più significativa applicazione del progetto è stata finanziata nel Canile di Valle Grande alle porte di Roma. 856 sono stati gli animali aiutati in due anni, dei quali 687 hanno trovato una famiglia. 1.191.086 euro è stata, invece, la proiezione dei fondi risparmiati dalle amministrazioni comunali.

Insieme ad altre associazioni, Cave Canem ha raccolto 31.362 firme per l’introduzione, in ogni regione d’Italia, del divieto di tenere i cani a catena. Questa è una pratica che ogni estate causa la morte di centinaia di animali coinvolti in roghi e incendi.  

I progetti della Fondazione per l’inclusione sociale

Sempre a Roma, 31 giovani autori di reato hanno aiutato 150 animali. Alcuni di loro hanno saldato il proprio debito con la giustizia, mentre altri stanno ancora seguendo il percorso di messa alla prova. Una volta superata, la Fondazione si è impegnata a fornire concrete opportunità formative e lavorative.

Difatti, sono state già elargite borse di studio per acquisire la qualifica di educatore cinofilo, borse di lavoro e incarichi professionali.

Recentemente è iniziata “Io merito giustizia”, la campagna nata dal protocollo tra la Fondazione Cave Canem e il Comando unità forestali, ambientali e agroalimentari Carabinieri. La collaborazione tra la Fondazione, la Polizia, la Magistratura e gli Organismi della Giustizia Penale Minorile ha lo scopo di contrastare il maltrattamento degli animali. Oggi, sono 152 i cani sotto sequestro giudiziario ai quali è stata donata una possibilità di vita lontana dai maltrattamenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili