venerdì, Maggio 7, 2021

Brucia cartiera a Cologno Monzese: pericolo amianto

Ultime News

Neutralità climatica UE: raggiunto accordo provvisorio

Raggiunto un accordo politico tra Consiglio e Parlamento europeo sul raggiungimento della neutralità climatica dell'UE entro il 2050Mercoledì 5...

Africa: i cambiamenti climatici, le risorse, le guerre

L’Africa è la vera vittima del riscaldamento globale, causa di conflitti armati con centinaia di migliaia di vittime civiliL’Africa,...

Memorie di Federico Ruggero di Hohenstaufen – II puntata

Lettera immaginaria con la quale Federico II descrive la natura dei luoghi in cui è vissuto e cosa, questi...

Un incendio di vaste dimensioni è scoppiato questa mattina in una azienda di stoccaggio di carta vicino a Cologno Monzese. Non risultano persone coinvolte.

Cologno Monzese: Indagini sull’eventuale presenza di amianto

I vigili del fuoco intervenuti che nel frattempo hanno circoscritto le fiamme indagano sulla presenza di amianto. Dodici famiglie dei palazzi vicini sono state fatte evacuare per precauzione. Dal deposito si è levata una enorme nuvola di fumo, visibile a diversi chilometri di distanza.

L’incendio è scoppiato attorno alle 7 alla Alfa Maceri, azienda alle porte di Milano che si occupa di stoccaggio di carta. Il rogo nei capannoni di Via Piemonte, vicino gli studi di Mediaset, ha impegnato più squadre di Vigili del Fuoco nel corso della mattinata. La copertura di amianto dei locali andati a fuoco ha richiesto anche l’intervento del nucleo Nbcr.

Presenza di amianto nei limiti: non ci sono pericoli per la salute pubblica

Secondo i Carabinieri del Comando provinciale di Milano, le fibre di amianto liberate dal crollo della copertura del capannone e le rilevazioni sui fumi e sui materiali bruciati, carta, plastica e legname, “sono risultati nei limiti”.

Anche il sindaco di Cologno, Angelo Rocchi ha assicurato che “al momento non ci sono pericoli per la salute pubblica”; per sicurezza, nove bambini e sei adulti, sono stati alloggiati in una struttura dell’Avis in attesa del via libera dei tecnici per rientrare a casa propria.

L’avv. Ezio Bonanni, presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto, ha commentato l’episodio dell’incendio della cartiera ribadendo che è “necessaria la prevenzione primaria, poiché con la presenza di amianto le fibre si disperdono nell’ambiente e provocano danni alla salute con il rischio di cancro, anche dopo 20, 30 e 40 anni”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Numero verde ONA

Consulenza gratuita

    Articoli simili