lunedì, Agosto 15, 2022

Bambini e cambiamento climatico: sei consigli per parlarne

Ultime News

IN OCCASIONE DELLA GIORNATA DELLA TERRA CHE SI CELEBRA IL 22 APRILE, L’UNICEF HA SUGGERITO SEI CONSIGLI SU COME AFFRONTARE IL CAMBIAMENTO CLIMATICO ASSIEME AI BAMBINI.

Come ogni anno, il 22 aprile siamo pronti a celebrare la Giornata della Terra. L’iniziativa che dal 1962 punta i riflettori sul nostro bellissimo pianeta.

Quest’anno però l’UNICEF ha deciso di dare alcuni consigli su come parlare del cambiamento climatico con i più piccoli.

La decisione arriva dopo aver compreso che il futuro dei giovanissimi è realmente messo in pericolo e ad attentare il benessere delle nuove generazioni, sono proprio le problematiche ambientali.

Ambiente: a quali rischi sono sottoposti i nostri figli

Le terribili conseguenze del cambiamento climatico sono già sotto gli occhi di tutti. Tuttavia, molti ignorano che queste coinvolgeranno soprattutto i nostri figli.

Saranno loro a dover affrontare «ondate di calore, cicloni, inondazioni, siccità, malattie trasmesse da vettori, inquinamento atmosferico e avvelenamento da piombo». Proprio come afferma Carmela Pace, presidente dell’UNICEF Italia.

Per questi motivi è importante, nonostante la giovane età, preparare i più piccoli ad affrontare questi problemi. Ma occorre fare molta attenzione all’approccio da adottare, per non rischiare di turbare o allarmare il bambino.

Al fine di elaborare il giusto approccio a un argomento così delicato, l’UNICEF ha elaborato una scaletta di sei consigli da seguire.

1. Fate i compiti
Bambini e cambiamento climatico

Per far comprendere quello che sta accadendo nel mondo è necessario impegnarsi in una piccola ricerca.

Grazie alle nuove tecnologie è molto facile procacciarsi delle informazioni utili da poter portare all’attenzione dei nostri figli.

Difatti esistono numerosi strumenti che possono aiutare i più piccoli a comprendere meglio i problemi legati all’ambiente.

Ci sono foto, video, pubblicazioni e siti web, completamente dedicati all’argomento e che espongono i fatti in maniera semplice.

2. Ascoltate
bambini - bimba al computer
(c) finelightarts

Proprio grazie all’uso della tecnologia anche da parte di scuole e dei più piccoli, quest’ultimi potrebbero anche essere già iniziati al cambiamento climatico.

La soluzione quindi è parlarne in maniera tranquilla per scoprire le informazioni in loro possesso.

3. Usate evidenze scientifiche alla loro portata

Un altro aspetto importantissimo è il contenuto delle informazioni che state trasmettendo. Prima di procedere, è necessario che le informazioni siano corrette quindi occorre verificare le fonti e l’attendibilità di queste.

Inoltre, provate ad illustrare le evidenze scientifiche attraverso degli esempi semplici relativi alla quotidianità.

4. Passate del tempo all’aria aperta
bambini - madre e figlia sul prato

Cercate di trascorrere più tempo all’aperto assieme ai vostri bambini. Restare all’aria aperta aiuterà loro e anche voi, a rilassarvi e a comprendere meglio la natura e il perché è necessario tutelarla.

5. Concentratevi sulle soluzioni

Un’altra cosa importante è quella di discutere assieme ai vostri bambini delle soluzioni concrete che gli adulti stanno elaborando per difendere l’ambiente.

Parlate dei passi che state facendo come famiglia: ridurre i rifiuti in casa, risparmiare acqua, riciclare e spegnere luci ed elettrodomestici inutilizzati.

Questo aiuta a rafforzare l’idea che tutti possono fare qualcosa per aiutare ad affrontare il cambiamento climatico.

Discutete delle idee che si possono adottare in famiglia o nella comunità.

6. Potenziate l’azione

A sorpresa di tutti negli ultimi anni abbiamo visto proprio i più giovani mettersi in gioco per l’ambiente. Esempio lampante è stato quello della GenerAzioneClima.

Ai vostri figli è giusto raccontare di come i ragazzi stanno affrontando la crisi climatica con energia e grande responsabilità.

Tuttavia, non sarebbe sano imporgli di farlo a tutti i costi. Se mostrano interesse, raccontate loro le storie di attivisti per il cambiamento climatico.

Conoscere e ascoltare i giovani che si battono per il clima aiuterà i bambini a sentirsi meno soli e più incoraggiati a portare avanti azioni da soli.

Siate aperti a ciò che i bambini hanno da dire sul cambiamento climatico e sul ruolo che vorrebbero svolgere.

State attenti a non far sembrare che stiate forzando su di loro questo percorso, che potrebbe creare sopraffazione, ansia o appesantimento da responsabilità.

Perché è importante educare i bambini ai problemi dell’ambiente

Negli ultimi anni abbiamo constatato che il nostro pianeta sta soffrendo tantissimo a causa dell’elevata attività antropica.

I cambiamenti climatici sono solo la punta dell’iceberg, i problemi relativi all’ambiente sono tantissimi e mettono a dura prova tutti.

A partire dal surriscaldamento delle acque che minacciano i ghiacciai, o meglio quelli che restano ancora integri, visto che moltissimi ghiacciai hanno già iniziato a sciogliersi.

L’unica soluzione risiede nell’educare i futuri adulti a un maggiore rispetto per la natura e il pianeta che li ospita.

Non vogliamo mica far crescere i nostri bambini in un futuro apocalittico come quello che si osserva nei film sul grande schermo?!

Allora è giusto sedersi accanto a vostro figlio e spiegargli cosa sta accadendo e soprattutto perché è importante tutelare l’ambiente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili