lunedì, Luglio 22, 2024

Assicurazione animali domestici: polizze in crescita del 23%

Ultime News

AUMENTANO DEL 23% I PADRONI CHE SCELGONO DI STIPULARE UNA POLIZZA DI ASSICURAZIONE SUI PROPRI ANIMALI DOMESTICI. CANI E GATTI I PIU’ PROTETTI. MA ATTENZIONE A MICROCHIP, VACCINAZIONI E GARANZIE

Sale la percentuale di chi sceglie di acquistare un‘assicurazione sugli animali domestici in Italia. La crescita registrata a inizio anno è del 23%.

Cani e gatti sono gli animali più assicurati. Tra i cani, il Labrador Retriever è la razza più tutelata con polizze ad hoc; seguono sul “podio” il Golden Retriever e il Bulldog. Al quarto posto l’American Staffordshire Terrier e al quinto il Maltese.

Per quanto riguarda le razze feline, la più assicurata è il Maine Coon, seguono il Siberiano, l’Europeo, il British Shorthair e il Persiano.

Le città che in Italia assicurano di più sono Bergamo, per i cani, e Bologna per i gatti. Anche per quanto riguarda la classifica delle province che assicurano di più i cani, Bergamo è in testa, seguita invece da Brescia e Padova; quarto posto per Bologna e quinto per Milano. Per i gatti, Bologna è prima anche per provincia, seguita sul da Brescia e Milano; quarta e quinta sono Padova e Roma.

I numeri sono di Facile.it, che ha analizzato un campione di circa 99mila preventivi effettuati sul sito.

assicurazione gatto
Gatto razza Maine Cool

Assicurazione cani e gatti, occhio alle garanzie

Le polizze più richieste sono quelle che coprono sia la responsabilità civile sia il rimborso delle spese veterinarie per il proprio pet.

Poi ci sono le coperture anche su persone alle quali l’animale è affidato in assenza del proprietario; il consulto telefonico con veterinario o nutrizionista specializzato, per esempio anche in caso di necessità quando si è fuori città con il proprio animale; la consegna di farmaci e generi alimentari; l’invio di un dog sitter in caso di infortunio, malattia o ricovero del padrone; la ricerca dell’animale in caso di smarrimento.

E i costi? Le assicurazioni cani e gatti costano in media circa 12 euro al mese ai proprietari; il costo ovviamente varia in base alle coperture richieste e ai massimali inseriti.

Tra le variabili da considerare inoltre ci sono l’età dell’animale e la razza; in particolare ci sono alcune razze e derivati che alcune assicurazioni non accettano (parliamo di cani, sostanzialmente), perché ritenute “pericolose”, nonostante la legge italiana non preveda più questa distinzione.

Su questo punto, il proprietario di un cane, prima di sottoscrivere una polizza, dovrà sempre assicurarsi che la razza del proprio cane sia effettivamente coperta. Per quanto riguarda l’età, in genere le compagnie assicurano animali dai 2 mesi fino ad un massimo di 10 anni.

assicurazione veterinario
Dal veterinario

Microchip, “condicio sine qua non” delle assicurazioni

Da sapere, inoltre, che un punto fermo comune a tutte le compagnie di assicurazioni, è che l’animale sia dotato di microchip.

Lo spiega Andrea Ghizzoni, Managing Director Insurance di Facile.it. “Non bisogna dimenticare che, affinché l’assicurazione sia valida e possa intervenire in caso di bisogno, l’animale deve essere dotato di microchip (o tatuaggio), possedere il libretto sanitario ed essere
regolarmente vaccinato. In genere, quando si decide di sottoscrivere una polizza assicurativa, il consiglio è sempre quello di verificare
attentamente i fogli informativi e controllare che le tutele di nostro interesse siano effettivamente incluse
“.

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili