venerdì, Luglio 19, 2024

L’Arma dei Carabinieri e la “Tutela e valorizzazione del verde urbano ed extraurbano”

Ultime News

IN OCCASIONE DELLA “GIORNATA NAZIONALE DEGLI ALBERI”, A BARI, I MILITARI DEL REPARTO CARABINIERI BIODIVERSITÀ DI MARTINA FRANCA HANNO MESSO A DIMORA ESEMPLARI DI QUERCE PUGLIESI

In occasione della “Giornata Nazionale degli Alberi”, che ricorre il 21novembre di ogni anno, anche l’Arma dei Carabinieri celebra, oggi 22 novembre, in tutto il Paese l’ormai tradizionale “Festa dell’Albero”.

Le iniziative curate dai Carabinieri Forestali sono volte, come ha spiegato il Gen. B. Antonio Danilo Mostacchi, Comandante della Regione Carabinieri Forestale “Puglia”, «a sensibilizzare le comunità verso il rispetto dell’albero. L’albero come strumento di progresso civile, sociale, ecologico ed economico della società. Inteso – ha continuato il Gen. Mostacchi – a dare anche il suo effetto mitigatore sui cambiamenti climatici che stanno funestando il pianeta. Oltre che a suscitare maggiore consapevolezza verso la tutela e la conservazione della natura, dell’ambiente, della biodiversità e del patrimonio forestale. Questo è il compito di noi Carabinieri Forestali raggiungere la popolazione scolastica rendere consapevoli i cittadini, elevare l’attenzione su una migliore qualità della vita».

Un Albero per il futuro

Le iniziative dell’Arma in Puglia hanno avuto il loro culmine nella Città Metropolitana di Bari, con la cerimonia della messa a dimora di una collezione delle querce pugliesi.

Infatti, i militari del Reparto Carabinieri Biodiversità di Martina Franca hanno messo a dimora esemplari di quercia spinosa, fragno, roverella, leccio e vallonea nell’area comunale adiacente la Chiesa Parrocchiale di San Marco, nel quartiere Japigia.

La manifestazione rientra nelle iniziative che saranno adottate dalla Città Metropolitana di Bari, nell’ambito del progetto “Tutela e valorizzazione del verde urbano ed extraurbano”, previsto dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), il cui obiettivo è la piantumazione di oltre 91mila giovani fusti.

Ciascuno degli alberelli piantumati in tutto il Paese è contrassegnato da un qr code identificativo. Questo serve a georeferenziare, la pianta, in maniera tale che sul sito Un Albero per il Futuro ciascuna di esse viene geolocalizzata, spiegano i Forestali.

La mappa interattiva è stata creata dal Raggruppamento Carabinieri Biodiversità di Roma, nell’ambito del progetto nazionale di Educazione all’Ambiente, che prevede la piantumazione di alcuni milioni di giovani alberi su tutto il territorio nazionale.

Una iniziativa volta a migliorare il Paese dal punto di vista ecologico, ad abbellire le nostre periferie, i nostri parchi urbani e non ultima, per contrastare il cambiamento climatico, con l’assorbimento della CO2, che sappiamo essere una delle cause climalteranti.

Carabinieri
Il qr code identificativo dell’albero piantumato. L’albero viene geolocalizzato su una mappa interattiva consultabile all’indirizzo www.unalberoperilfuturo.it

A Bari cerimonia della messa a dimora di una collezione delle querce pugliesi

L’evento di Bari si è svolto alla presenza delle massime autorità civili e militari, regionali e locali, nonché gli alunni del dell’Istituto Comprensivo Japigia II-Torre a Mare, accompagnati da genitori e insegnanti.

S.E. Mons. Giuseppe Satriano, Arcivescovo di Bari-Bitonto ha quindi benedetto le Piante messe a dimora.

La manifestazione si è conclusa con con il collegamento in diretta streaming con l’Aula Magna “Antonio Quistelli” della Facoltà di Architettura di Reggio Calabria, dove era in corso il convegno dal titolo “Alberi: linfa delle città”.

Alla diretta sono intervenuti i rappresentanti delle Città Metropolitane e dei Capoluoghi di Regione di Milano, Bologna, Venezia, Ancona, Potenza e Torino.

Un bosco diffuso lungo lo Stivale

Una serie di attività di messa a dimora di piante forestali autoctone, fornite dal Raggruppamento Carabinieri Biodiversità, ha preceduto, ieri 21 novembre, l’evento odierno. Attività che rientra nell’ambito del progetto “Un albero per il futuro”, promosso dal ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (MASE) e realizzato dall’Arma dei Carabinieri.

L’iniziativa è finalizzata a costituire un bosco diffuso su tutto il territorio nazionale. I militari dei Reparti Forestali della Puglia hanno tenuto nei plessi scolastici aderenti una lezione di educazione ambientale cui hanno preso parte circa 8mila studenti.

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili