lunedì, Marzo 8, 2021

AQP, Agenda Onu e Unione Europea

Ultime News

L’ambiente e la ricerca promuovono la parità di genere

Un Festival contro le distinzioni, per la parità di genereA Verona si celebra la parità di genere in maniera...

Territori infranti: lo spopolamento delle aree interne

Cosa si intende per aree interne e quali sonoCon l’espressione aree interne si fa riferimento a quelle porzioni territoriali,...

Italpress dedica un Tg all’Ambiente e alla Sostenibilità

L'agenzia Italpress lancia un nuovo Tg tematico in collaborazione con TeleAmbiente e Fondazione UniVerdeL'Agenzia di Stampa Italpress lancia un...

La strategia di Acquedotto Pugliese nella gestione della risorsa idrica e il ruolo della Regione Puglia

Un canale della grande rete idrica di AQP

AQP, acronimo di Acquedotto Pugliese SpA, gestisce i 20mila chilometri di reti idriche nella regione. Da oltre cento anni a servizio del territorio, oggi AQP è una delle più grandi società italiane. Per dimensioni e complessità è una delle maggiori imprese europee. È controllata dalla Regione Puglia.

Carenza, scarsa qualità dell’acqua e sistemi sanitari inadeguati, infrastrutture scadenti o cattiva gestione economica, hanno un impatto negativo sulla sicurezza alimentare.

Nei mesi scorsi l’Istituto Superiore di Sanità ha redatto un rapporto che analizza le complesse interazioni tra acqua, salute, clima e ambiente. Una reciprocità messa in evidenza dalla pandemia da Covid-19.

A collaborare allo studio anche il Dipartimento di Scienze Biomediche e Oncologia Umana dell’Università degli Studi di Bari.

L’agenda di lavoro di Regione Puglia e AQP

La ricerca mette in evidenza il consumo umano e il riuso delle acque, la sicurezza delle reti di distribuzione e le strategie di controllo nel settore delle acque.

«Sono tutti elementi dell’agenda di lavoro che impegna la Regione Puglia e AQP per rendere concreti gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda ONU 2030 per le nostre comunità». A sostenerlo è l’assessore al Bilancio della Regione Puglia Raffaele Piemontese, nel corso di una intervista rilasciata a “La voce dell’Acqua”, il magazine di Acquedotto Pugliese.

L’obiettivo 6 dell’Agenda ONU 2030

L’obiettivo 6 dell’Agenda ONU 2030 recita che bisogna “garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico-sanitarie”, ricorda l’assessore.

Gestire e tutelare la risorsa idrica è un impegno importante per l’amministrazione regionale. Bisogna garantirne la fruizione nel migliore dei modi preservando l’aspetto qualitativo e quantitativo di questo bene. «… nella consapevolezza altresì di doverne garantire integrità e nuova disponibilità per le generazioni future».

Invaso del Fortore

Grazie a finanziamenti della Regione Puglia, AQP sta lavorando al risanamento delle condotte. Si risparmia acqua e si tutela la risorsa idrica. Negli ultimi anni l’azienda ha investito circa 690milioni di euro per potenziare la rete. Compresi cinquecento siti che controllano di continuo la qualità delle acque superficiali e sotterranee.

La Commissione Europea approva la strategia di AQP

Una “transizione verde” che ha suscitato il plauso della Commissione Europea la quale ha definito il Piano d’azione della strategia “dal produttore al consumatore”. Ossia un nuovo regolamento sul riutilizzo dell’acqua e sull’efficienza idrica nell’agricoltura e nei processi industriali, in concezione circolare.

La Regione Puglia, con circa 90milioni di euro, ha finanziato cinquantotto interventi per incrementare il riuso dell’acqua affinata dei depuratori, per usarla in agricoltura.

Ai quattro impianti di affinamento in funzione nel brindisino e nel Salento AQP se ne aggiungeranno altri, in fase di realizzazione, per ottenere fino a 80milioni di metri cubi di acqua per uso irriguo, spiega Piemontese.

L’acqua fattore importante per l’economia circolare

Una sperimentazione del CNR ha dimostrato a una cooperativa di agricoltori i vantaggi nell’uso delle acque reflue trattate. Infatti, nutrienti di azoto e fosforo sono già presenti nell’acqua reflua affinata. Con un risparmio sui fertilizzanti utilizzati per le produzioni ortofrutticole. Oltre a un abbattimento di circa un terzo dei costi della bolletta elettrica.

Potabilizzatore del Pertusillo

Regione Puglia, Autorità Idrica Pugliese e Acquedotto Pugliese sono impegnati nell’annullamento delle infrazioni comunitarie. Questo è reso possibile con il potenziamento e l’adeguamento delle reti e la chiusura definitiva del ciclo della depurazione delle acque.

«Dalla nostra, abbiamo tutta l’Unione Europea che ci incita a essere protagonisti della “transizione verde”», afferma l’assessore.

Il mare di Puglia uno dei più puri del Paese

Grazie all’attività di 184 depuratori, il mare di Puglia è uno dei più puri del Paese. Lo confermano i dati rilevati da CNA Turismo e da SWG per conto dell’agenzia regionale Pugliapromozione. Infatti, nonostante la pandemia da Covid-19, il mare è il maggiore fattore di attrazione di turisti nella regione.

Per presentare il mare pugliese al turismo internazionale, AQP lanciato lo slogan “La Ricetta Puglia”.

I programmi di AQP per il futuro

Oltre al risparmio del prezioso elemento, AQP, per il futuro, ha in programma la crescita di disponibilità di acqua. Condizione fondamentale per lo sviluppo e il benessere dei cittadini.

Sono quattro gli obiettivi di sviluppo sostenibile in questa direzione. «Realizzare interventi strategici sulle principali fonti di approvvigionamento: invasi, sorgenti e pozzi», spiega Piemontese. «Insistere con la dissalazione come già stiamo facendo alle Isole Tremiti».

Un intervento al dissalatore del Tara aumenterà a mille litri d’acqua al secondo l’approvvigionamento per Taranto ed il sifone leccese. «Estendere e migliorare la tutela dei pozzi potabili». E, conclude, «definire e consolidare gli accordi di programma con Basilicata, Campania e Molise per avere certezza dei quantitativi».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Numero verde ONA

Consulenza gratuita

    Articoli simili