venerdì, Agosto 12, 2022

Gli alberi che non ci sono più nei disegni dei bambini

Ultime News

LA POPOLAZIONE MONDIALE CONTINUA A CRESCERE E CON ESSA AUMENTA IL BISOGNO DI OSSIGENO, DI CUI GLI ALBERI SONO PRODUTTORI INSTANCABILI. “ALBERI SENZA FOGLIE”: GLI ALBERI CHE NON CI SONO PIÙ NEI DISEGNI DEI BAMBINI DI TUTTA ITALIA. COME RACCONTARE AI PICCOLI CIÒ CHE STA SUCCEDENDO E DARE UNA FORMA E UNA DIMENSIONE A OGNI ALBERO CHE MUORE

Il pianeta continua a perdere il suo patrimonio arboreo, nonostante la consapevolezza che esso sia fondamentale per la vita degli esseri umani, per la sopravvivenza di tutte le specie e per la lotta contro il cambiamento climatico.

Secondo i dati Unep ONU Nairobi, Worldwatch Institute Washington, Fao Roma, 5milioni di ettari di foreste tropicali pluviali e temperate sono andate perdute nel 2021.

La temperatura media nel mondo è aumentata di oltre 1 grado sopra la media del 1850-1900 (fonte: State of Global Climate 2021).

Diverse sono le iniziative messe in campo per informare le persone sullo stato di salute della Terra e per coinvolgerle nella tutela degli alberi e di tutta la natura.

“Alberi senza foglie”, il progetto di Fabrizio Carbone

Per sensibilizzare i bambini ai suddetti problemi, il giornalista, scrittore e pittore Fabrizio Carbone ha dato il via a un’iniziativa che coinvolge i bambini dai 4 ai 10 anni. Ha già raccolto centinaia di disegni.

L’obiettivo è quello di raccontare ai piccoli ciò che sta succedendo e dare una forma e una dimensione a ogni albero che muore.

Una sorta di protesta attraverso l’arte verso tutti coloro che dovrebbero garantire un futuro alle nuove generazioni. Ma, che con le loro azioni sconsiderate e poco lungimiranti, la mettono seriamente a rischio.

«Ormai, da più di tre mesi, disegno solo alberi senza foglie – ha affermato Fabrizio Carbone – mi danna l’anima il fatto che il totale delle foreste perdute ogni giorno sia di circa 10-12 mila ettari al giorno!».

Gli obiettivi dell’iniziativa

Durante il primo lockdown, Fabrizio Carbone aveva già coinvolto bambini della stessa età in un progetto dedicato alla scoperta della natura e degli animali.

Le storie raccontate in undici lezioni con un massimo di diciotto partecipanti. L’invito era di disegnarli insieme e scoprire i loro habitat, la loro storia, le loro peculiarità.

Da queste lezioni a distanza, via Skype, è nato anche un libro: “Lezioni di felicità” (Pandion Edizioni). Sono state proprio queste lezioni a sensibilizzare i bambini verso la natura e le creature che la abitano.

Tutto questo raccontato da Carbone li ha condotti con la fantasia in tutti i luoghi che lui ha conosciuto e in cui ha viaggiato nella sua lunga carriera di giornalista.

Da poche settimane, centinaia di bimbi da molte parti d’Italia hanno disegnato alberi senza foglie e li hanno inviati a Carbone.

I disegni saranno spediti ai vertici dell’Unione Europea. Chiunque voglia aderire all’iniziativa (classi, maestre, famiglie) può scrivere una e-mail all’indirizzo: f.carbone@libero.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili