venerdì, Luglio 19, 2024

“A Prescindere”, il festival compie dieci anni

Ultime News

CON L’EDIZIONE 2023 SPEGNE DIECI CANDELINE IL FESTIVAL “A PRESCINDERE”, CHE SI TIENE 21 E 22 LUGLIO A MARINA DI CAMEROTA. OMAGGI AD ARTE, AMBIENTE, SPETTACOLO E CULTURA

Compie dieci anni il festival “A Prescindere” di Marina di Camerota, con un programma che spazia tra arte, cineforum, mostre, spettacoli e ambiente. La location è quella del centro storico di Marina di Camerota, in provincia di Salerno, nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, nelle serate di 21 e 22 luglio.

L’organizzazione è a cura dell’Associazione Culturale OPERA / CilentoTV con la direzione artistica di Gianluca D’Andrea. Con il Patrocinio del Comune di Camerota, Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, Camera di Commercio di Salerno, Fondazione Meeting del Mare CREA e la Confesercenti Provinciale di Salerno.

Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero.

a prescindere de filippo
I fratelli De Filippo

Teatro napoletano nel Festival “A Prescindere”

È la celebrazione del grande Teatro Napoletano la decima edizione di “A Prescindere”, attraverso i suoi grandi protagonisti. Il genio creativo indiscusso di uno dei più grandi attori e drammaturghi del Novecento, non solo italiano, Eduardo De Filippo che, con la sua poetica ha ispirato generazioni di attori e di compagnie teatrali.

Attraverso la trasposizione teatrale e il racconto della sua Napoli, Eduardo ha saputo cogliere in profondità la dinamica esistenziale dell’individuo, dell’uomo nel rapporto con l’alterità e la società, la disgregazione della famiglia, le trasformazioni sociali attraverso una scrittura realistico-narrativa.

Insieme a Eduardo, il fratello Peppino e la sorella Titina, fino a comporre una dinastia del Teatro. Artisti, autori, poeti, direttori di compagnia: tre esponenti del teatro umoristico napoletano che Opera farà rivivere attraverso una ricostruzione video, dagli esordi alla clamorosa separazione artistica, per proseguire ognuno una propria carriera autonoma.

Piccolo cameo anche per Massimo Troisi, attore, comico, regista, sceneggiatore e cabarettista italiano, principale esponente della nuova comicità napoletana nata agli albori degli anni ’70.

In anteprima, inoltre, la proiezione del Docu-film “La Grande Bellezza del Cilento”, prodotto da Opera Cilento Tv. Un viaggio inedito tra le bellezze delle località cilentane, dalla fascia costiera dell’antica Magna Grecia premiata con la Bandiera Blu, luoghi di fascinazione e del mito di Ulisse, fino alla sue aree interne e alla forestazione, patria della Dieta Mediterranea, tra erbe spontanee e uno stile di vita all’insegna del benessere e della qualità della vita.

a prescindere locandina
La locandina del festival

Il programma delle due serate a Marina di Camerota

Il programma si apre, in prima serata, con il cineforum sotto le stelle. Si parte venerdì 21 luglio alle ore 20.30 con la proiezione di un grande classico, “Miseria e Nobiltà”, commedia napoletana diretta da Mario Mattioli e tratta dall’omonima opera teatrale (1887) di Edoardo Scarpetta, ambientata in una Napoli di fine ‘800.

Alle ore 22.30 si alza il sipario su A Prescindere 2023, con la prima visione del docufilm “La Grande bellezza del Cilento”. La conduzione della due giorni sarà affidata a Barbara Landi, giornalista e conduttrice.

Alle ore 23.00 spazio allo Spettacolo Concerto “Le Napoletane di Eduardo” con Annamaria Colasanto e il Maestro Rosario Attanasio. Un viaggio nella storia della musica napoletana, con la voce di Annamaria Colasanto, attrice e cantante.

Sabato 22 luglio, il prime time alle ore 20.30, nella piacevole cornice del borgo storico, sarà dedicato sempre al cineforum con la proiezione di “Pensavo fosse amore invece era un calesse”, di e con Massimo Troisi.

A seguire il video tributo ai Fratelli De Filippo e il docufilm “La Grande Bellezza del Cilento”.

Le risate saranno assicurate a partire dalle 23 con lo spettacolo del comico Simone Schettino in “Fondamentalmente”, ossia una sorta di favola dal sapore fumettistico, ambientata in tempi moderni, in cui lo spettatore sarà catapultato in una scatola tridimensionale del tempo in cui smartphone, computer e attuali tendenze convivono insieme a cabine telefoniche mangianastri e nostalgia del vintage.

Numero verde ONA

spot_img
spot_img
spot_img

Consulenza gratuita

    Articoli simili